Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Registro tumori, Marchetti (Lega): «Menzogne di Mangialardi smentite dai fatti»

Così il Commissario della Lega Marche, Riccardo Augusto Marchetti

ANCONA - «La Giunta Regionale dell’Umbria ha approvato un atto con il quale viene garantita la continuità dei lavori del Registro Tumori, così le menzogne di Mangialardi vengono ancora una volta smentite dai fatti. Invece che preoccuparsi di proporre soluzioni concrete per rimediare ai disastri fatti nelle Marche dai suoi compagni di partito». Così il Commissario della Lega Marche, Riccardo Augusto Marchetti

«Mangialardi ha preferito cavalcare polemiche sterili e infondate sulla sanità Umbra - ha proseguito Marchetti - Il risultato? L’ennesima brutta figura che, se fosse stato un uomo avveduto, avrebbe potuto risparmiarsi. La sanità nelle Marche è stata messa in ginocchio dalla scelleratezza del Partito Democratico, che ha chiuso ospedali lasciando scoperte le zone dell’entroterra e fatto scappare altrove molti eccellenti medici, causando disservizi che i cittadini hanno pagato sulla propria pelle. La Lega vuole ripartire dai territori, creare una sanità pubblica diffusa, che sia vicina ai pazienti e non li costringa a diciotto mesi di attesa per essere sottoposti a una visita. In mancanza di una visione seria, la sinistra ha tentato di mistificare la realtà nella speranza di racimolare qualche voto ma i marchigiani non si lasceranno circuire dall’inconsistenza del PD».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Registro tumori, Marchetti (Lega): «Menzogne di Mangialardi smentite dai fatti»

AnconaToday è in caricamento