menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Recovery, Agostinelli (M5S): «Puntare su transizione ecologica, digitale e formazione»

L'analisi della senatrice M5S Donatella Agostinelli sull'impiego delle risorse

«Il piano nazionale di ripresa e resilienza, su cui questa mattina la commissione Agricoltura del Senato ha espresso parere positivo, deve dare la spinta decisiva verso un’economia a misura di ambiente, basata sulla coesione sociale e ad una sanità efficiente. Noi tutti siamo chiamati ad esprimerci con un senso di responsabilità più elevato in quanto autori di una fase politica decisiva per le future generazioni». Ad affermarlo è la senatrice del Movimento 5 Stelle Donatella Agostinelli. «Per il comparto agricoltura abbiamo individuato nuove priorità e introdotto svariati argomenti, sottolineando che la transizione digitale impone un salto di qualità anche in agricoltura, con il potenziamento del sistema informativo agricolo nazionale Sian e dei relativi provinciali, per ottenere in tempi rapidi una migliore mappatura del territorio. In Senato abbiamo inoltre introdotto incentivi per favorire il rinnovamento nella produzione agricola, insieme a misure innovative che servano a rendere più basso l’impatto ambientale». Secondo Agostinelli, inoltre, «sarà importante concentrarci su settori strategici, tra cui, per esempio, quello delle api, che è un asset strategico per l’intero ambiente. Per questo abbiamo richiesto la riduzione dell’aliquota ordinaria dal 22% al 4%”. La transizione ecologica è stata infatti il centro del ragionamento dei senatori. “Questo processo - sottolinea Agostinelli - coinvolge pienamente il settore energetico e nelle aziende agricole vi è la necessità di dare soluzione sostenibile al riciclo degli scarti agricoli e al fabbisogno energetico aziendale. Occorre quindi privilegiare i piccoli impianti per la produzione di biometano agricolo per un ciclo virtuoso. Altro contributo energetico può provenire dai pannelli fotovoltaici installati sopra i tetti degli edifici rurali o nei campi in disuso dalle aziende, nella massima tutela del suolo agricolo».

«Bisogna affrontare inoltre l’importantissima questione dell’approvvigionamento idrico e la riqualificazione degli edifici agricoli, per cui abbiamo chiesto di estendere anche a loro i benefici del superbonus 110%. Infine - conclude Agostinelli - è molto importante investire nella formazione e nella innovazione, pertanto bisogna stilare un piano di incentivi per favorire l’imprenditorialità giovanile e femminile in agricoltura».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento