Quota100, sei vigili vanno in pensione: rinviato il presidio di quartiere

Il Comune avrebbe dovuto avviare una postazione fissa della Municipale ma le richieste di pensionamento hanno ridotto l’organico. Arrivano nuove assunzioni

Foto di repertorio

La possibilità di anticipare la pensione grazie a Quota100 fa slittare l’avvio del presidio permanente per la sicurezza del Piano. Sono 6 gli agenti della Polizia Municipale che, avendo raggiunto i requisiti, hanno presentato domanda di ritiro dal lavoro e che, attualmente, stanno smaltendo le ferie arretrate. Lo ha reso noto l’assessore Stefano Foresi rispondendo all’interrogazione del consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Angelo Eliantonio, nel corso del consiglio comunale di oggi. Il che, spiega Foresi, ha fatto slittare anche l’avvio del presidio di quartiere. Tema, quest’ultimo oggetto di un’altra interrogazione, in questo caso, del leghista Marco Ausili. «Due giorni fa ci è stata segnalata la presenza di un individuo – ha detto Eliantonio – che si è iniettato eroina in pieno giorno. Il sindaco aveva annunciato questo presidio 4 mesi fa. Ci chiediamo che fine abbia fatto».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al Piano il Comune, ha risposto Foresi, ha allestito il futuro ufficio e installato sei telecamere. Per sostituire i vigili pensionati è stato aperto un bando pubblico per 10 agenti. Scadrà il primo aprile. «Nel frattempo si è provveduto ad avere la presenza del vigile di quartiere 3 volte la settimana al Piano, 3 volte la settimana in zona Archi e stazione». Stesso turnazione per Torrette e per Brecce Bianche e Grazie. «Due vigili di quartiere c’erano anche prima quindi la risposta corrette è che non avete fatto nulla – ha tuonato Ausili - Ci sono atti, come questo che riguarda la sicurezza, che sono passati all’unanimità e non sono stati mai approvati. Si stanno umiliando le persone, quei tanti agenti di polizia locale che sono preparatissimi a fare questo servizio di vicinanza e anche il consiglio comunale che vota ma non vede concretizzarsi ciò che ha votato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento