Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Legge 40, psicologo scolastico Ciccioli: «Aiuto per giovani e famiglie»

Il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche, Carlo Ciccioli, a seguito dell’approvazione della Legge 40 “Istituzione del servizio di psicologia scolastica”

«Dal punto di vista di un medico psichiatra è stato assai importante che il Consiglio regionale abbia dato il via libera alla Legge che istituisce la figura dello psicologo scolastico all’interno della scuola primaria e secondaria di I e II grado. Ho esposto all’attenzione del Consiglio un quadro esaustivo delle problematiche legate alle nuove generazioni, alla luce anche della pandemia da Covid-19 che, di certo, ha portato allo scoperto una situazione già in essere da molti anni». Questo il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche, Carlo Ciccioli, a seguito dell’approvazione della Legge 40 “Istituzione del servizio di psicologia scolastica”, avvenuta nella seduta dell’Aula consiliare del 4 agosto scorso. 

«L’adolescenza è notoriamente una fase critica e, di certo, la crisi sanitaria in atto non ha semplificato il quadro, anzi. I nostri giovani, infatti, sempre più spesso rimangono chiusi in casa o sono dipendenti, in modo eccessivo da internet, da una realtà virtuale. Aumentano gli attacchi di panico, i comportamenti fobici ossessivi e compulsivi. Dunque, la socialità corretta delle nostre giovani generazioni è a rischio. Gli insegnanti e i Dirigenti scolastici hanno lanciato un grido d’allarme, chiedendo aiuto, perché si sentono soli. Questo perché, purtroppo, la scuola ha abdicato al suo ruolo educativo, perseguendo soprattutto quello nozionistico. Se a tutto ciò si aggiunge la crisi che anche l’istituzione della famiglia sta attraversando, gli adolescenti di oggi rischiano di essere vittime di patologie da dipendenza e/o addirittura di comportamenti auto-lesionistici, finanche il suicidio. Già si assiste a un aumento di diverse tipologie: disturbi alimentari, disturbi dell’umore, di adattamento, anti-sociali come bullismo, cyberbullismo, abuso di alcol, cannabis ed altre sostanze, e l’isolamento sociale. Un paradigma che va contrastato anche grazie agli effetti che questa Legge produrrà. Sono consapevole che la dotazione finanziaria è modesta, ma è necessario che si parta subito, entro il prossimo mese di ottobre, considerando i tempi burocratici. Successivamente, in sede di approvazione del bilancio preventivo regionale del prossimo anno, ci impegniamo a implementare questo capitolo di spesa, cercando di ampliare il numero delle scuole che potranno giovarsi dell’approvazione di questa Legge che ha visto in Fratelli d’Italia, a partire dalla presidente Elena Leonardi e dal primo firmatario Marco Ausili, una forza politica che - conclude il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche, Carlo Ciccioli – ha trainato la maggioranza di centrosinistra verso il via libera definitivo da parte dell’Aula consiliare».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge 40, psicologo scolastico Ciccioli: «Aiuto per giovani e famiglie»

AnconaToday è in caricamento