Giovedì, 17 Giugno 2021
Luca Talevi
Politica

Province, CISL: “Politica non discuta solo su nomi, ma su funzioni e personale”

Talevi: "Purtroppo i Sindaci stanno discutendo sui nomi ma non di programmi relativi al futuro delle funzioni e dei 2200 dipendenti complessivi che quotidianamente garantiscono i servizi sul territorio"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“In queste ore i partiti stanno definendo le candidature dei sindaci che avranno il compito di guidare dal 12 ottobre 2104 le attuali Province e future Aree Vaste o enti intermedi di secondo livello.

Purtroppo i Sindaci stanno discutendo sui nomi ma non di programmi relativi al futuro delle funzioni e dei 2200 dipendenti complessivi che quotidianamente garantiscono i servizi sul territorio. Anche dalle forze politiche non stanno giungendo indicazioni in tal senso mentre in questa fase di estrema incertezza è fondamentale capire quale è il modello da seguire nelle Marche per gestire le funzioni che la legge non assegna espressamente alle future aree vaste. Vi sono funzioni fondamentali quali la formazione e lavoro, la polizia provinciale, caccia e pesca, servizi amministrativi che attendono di essere definite in maniera organica per garantire i servizi sul territori

Nei giorni scorsi a livello nazionale è stato definito un accordo tra Stato e Regioni propedeutico all'emanazione di un apposito decreto del Consiglio dei Ministri in cui si demandano al tavolo regionale molte di queste funzioni. I sindacati hanno chiesto la rapida convocazione del tavolo regionale allargato a Anci e Upi per iniziare un percorso in grado di dare risposte ai 2200 lavoratori di ruolo e 176 precari che attendono risposte.

Molto importante è la questione relativa alla ripartizione delle risorse economiche di bilancio stante il fatto che dal 2015 il Governo propone ulteriori tagli alle risorse destinate alle future Aree Vaste e bisogna comprendere quante di queste risorse rimarranno alla Area Vasta e quanto a Regioni e Comuni ove potrebbero confluire funzioni e personale.

Il percorso da avviare è delicato e da avviare quanto prima.  Che i partiti si esprimano su questo non limitandosi a scegliere solo il Sindaco che guiderà la futura Area Vasta . Servono idee e programmi da condividere con il sindacato in un confronto che a prescindere dai nomi veda per la prima volta Regione, Anci e Upi operare per uniformare in tutto il territorio regionale funzioni e personale delle cinque province.”
                                                                                                                                                                                                                                                     Luca  Talevi
Segretario generale FP CISL MARCHE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Province, CISL: “Politica non discuta solo su nomi, ma su funzioni e personale”

AnconaToday è in caricamento