Martedì, 22 Giugno 2021
Politica Centro storico / Piazza Benvenuto Stracca

Accademia Musicale: la protesta arriva in Consiglio Comunale

L'accademia Musicale di Ancona ha manifestato sotto il Palazzo del Consiglio Comunale per protestare contro l'amministrazione comunale: si richiedono tempi certi per la nuova sede della storica scuola di musica

E' proprio il caso di dirlo: quelli dell'Accademia musicale di Ancona l'hanno cantata ai politici. Nella sala del Consiglio Comunale si parlava di Imu, quando sotto Palazzo degli Anziani si sono presentati studenti e insegnanti di musica, per protestare contro l'Amministrazione Comunale, che ha lasciato senza sede la storica Accedemia Musicale di Ancona. Già mercoledì sera, alcuni rappresentanti della scuola hanno fatto il punto della situazione in una conferenza stampa. Ieri hanno deciso di manifestare in maniera attiva il loro dissenso.

Intorno alle 15,30, una cinquantina di giovani, ragazzi e ragazze, accompagnati dai loro insegnanti, sono arrivati sotto Palazzo degli Anziani e hanno manifestato civilmente la loro protesta: striscioni, fischi e si è espressa tutta l'indignazione al grido di "Ridateci l'Accademia!" e "Gli inagibili siete voi!". Il chiasso era fortissimo ed è arrivato fin dentro al Consiglio Comunale, dove alcuni consiglieri sono usciti dall'aula per capire che cosa stesse succedendo. Quando si sparsa la voce, la notizia ha colto inevitabilmente tutti di sorpresa. Alcuni l'hanno presa bene, altri meno. Mentre alcuni consiglieri si stavano interrogando su cosa stesse succedendo, il consigliere Benadduci chiedeva al Consiglio di andare avanti "per il rispetto di tutti". Ma come si poteva con tutto quel baccano?  Così ha preso la parola Zinni, che ha chiesto ufficialmente di sospendere la seduta e ha invitato Gramillano ad ascoltare le istanze dell'Accademia di musica. Si è così votato per la sospensione: 19 contrari, 6 favorevoli e un astenuto. Il Consiglio Comunale è andato avanti sull'imu.

Dopo i manifestanti hanno deciso di entrare, arrivando fino alla porta di ingresso dell'aula, dove, con in testa Adriano Angelini e Arnaldo Giacomucci, ha avuto un confronto con gli assessori Tamara Ferretti e Andrea Nobili. Un confronto molto diretto, senza remore e formalismi, un confronto a tratti anche duro, in cui da una parte si chiedeva una data certa per il trasferimento dell'Accademia presso il primo piano dell'ex Ipsia, dall'altra le rassicurazioni dell'amministrazione. In particolare Nobili ha detto che è necessario rispondere alla problematica principale che è quella dell'individuazione dello spazio, far avanzare l'iter burocratico per l'assegnazione dell'impiego e avviare gli interventi quanto prima.

Ma lo spazio c'è ed è il primo piano dell'ex Ipsia. Per Filippo Ugolini, Presidente della Commissione Cultura "si deve aprire la nuova sede senza se e senza ma". Anche Eugenio Duca si è fatto avanti per ascoltare i manifestanti, proprio lui che ha ricevuto una lettera aperta di Adriano Angelini, sulla questione Accademia Musicale. Fatto sta che intorno alle 17,30, al termine della seduta di Consiglio, una delegazione dell'Accademia ha incontrato i capi gruppo dei partiti e il sindaco Fiorello Gramillano. La delegazione è stata rassicurata in modo trasversale, ma soprattutto l'Amministrazione si è impegnata a comunicare martedì prossimo 16 Ottobre una data certa per l'apertura della nuova sede per effettuare le manovre di trasloco.

C'é dunque soddisfazione anche se resta l'amaro in bocca per tutta una serie di incomprensioni, che poi sono state risolte nel pomeriggio. Amarezza anche per quel modo duro di dare notizia che l'accademia si sarebbe dovuta fermare: un fax dell'8 ottobre scorso, dove si diceva che la sede era inagibile. Visto che ogni giorno di stop, la scuola di musica perde credibilità e allievi, la speranza è che martedì prossimo arrivi un nuovo fax, in cui si ufficializzi la data della ripresa delle lezioni di musica nella nuova sede: il primo piano dell'ex Ipsia, via Curtatone.






 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accademia Musicale: la protesta arriva in Consiglio Comunale

AnconaToday è in caricamento