Politica

Benvenuti Gostoli: “Aumento Imu? Ok se Giunta e Sindaco lavorano gratis”

Il consigliere Pdl sfida Gramillano: "Se vogliono davvero varare la manovra lacrime e sangue per gli anconetani devono essere i primi a fare un sacrificio: lavorare gratis per la Città fino a fine mandato"

Stefano Benvenuti Gostoli

“Se il Sindaco Gramillano e la sua pseudo-maggioranza, per risanare le ferite da loro arrecate al bilancio comunale, vogliono davvero varare la manovra ‘lacrime e sangue per gli anconetani’ che prevede l'aumento massimo dell'IMU, devono essere i primi a fare un sacrificio: lavorare gratis per la Città fino a fine mandato, azzerando tutti compensi previsti per Sindaco, Assessori e consiglieri comunali”.

Tale richiesta viene riproposta con forza dal consigliere Pdl Stefano Benvenuti Gostoli, che già nell'ultimo consiglio aveva formalizzato la proposta a sostegno della votazione sulla sospensiva della delibera di aumento IMU.

“Non si tratta di una provocazione, nè di demagogia - ci tiene a sottolineare il proponente - ma di una proposta concreta che andrebbe a beneficio delle famiglie economicamente più in difficoltà, per le quali si potrebbe applicare una riduzione dell'IMU”.

Parlando di cifre, informa il consigliere, il Sindaco percepisce circa 7.000 euro al mese, ogni Assessore circa 4.000 euro mensili, lo stesso per il Presidente del Consiglio, infine circa 400 euro mensili in media per ogni consigliere.

“In totale si potrebbe quindi applicare un taglio alla spesa pubblica di quasi 1 milione di euro, un quinto della manovra ‘lacrime e sangue per gli anconetani’  che Gramillano, PD e IDV vorrebbero approvare.
Ebbene, è sacrosanto che un possibile risparmio di quasi un milione di euro vada attuato immediatamente, prima ancora di chiedere ai cittadini di pagare più tasse.
L'assessore Biekar, in consiglio, ha detto che sarebbe possibile farlo. Perciò che si faccia. C'è tempo fino al 20 ottobre, secondo la legge.
A maggior ragione bisogna farlo se si considera che i conti del Comune sono così disastrati per colpa esclusivamente della totale incapacità ad amministrare di questa pseudo-maggioranza di sinistra, che ha combinato solo pasticci e che non merita di certo di continuare ad essere pagata.
Le famiglie in difficoltà (si pensi ad esempio a quelle monoreddito, con un mutuo sulla prima casa), di certo lo apprezzerebbero e così tutti potranno accettare più di buon grado gli enormi sacrifici che Gramillano e Co. vorrebbero imporre loro.”

“Se Gramillano, PD e IDV non sono disposti a togliersi lo stipendio e a lavorare gratis per rimediare ai danni, - conclude Benvenuti Gostoli - che vadano subito a casa e che venga il Commissario prefettizio ad amministrare la Città e a rimettere a posto i conti.”

L'aumento della tassa sulla casa avrebbe dovuto essere votato ieri, ma il consiglio si è concluso con un nulla di fatto.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benvenuti Gostoli: “Aumento Imu? Ok se Giunta e Sindaco lavorano gratis”

AnconaToday è in caricamento