Pronto soccorso chiuso di notte, Sebastianelli (PDF): «Colpiti sempre i più deboli»

Questo ha dichiarato Fabio Sebastianelli, presidente del Popolo della Famiglia Marche

«Questo triste episodio, ringraziando il Cielo  finito bene, è l’ennesima conferma della scandalosa politica sanitaria nella Regione Marche». Questo quanto dichiarato da Fabio Sebastianelli, presidente del Popolo della Famiglia Marche e candidato alle europee di maggio, commentando la notizia apparsa sul Resto del Carlino riguardante la vicenda della bimba di un anno la cui mamma è stata costretta a viaggiare di notte fino a Jesi per poterle dare l'assistenza pediatrica, non garantita di notte all'ospedale di Fabriano.

«Inutile ora che Asur e Regione dicano di essere pronte a correre ai ripari – ha continuato- questo episodio, come quello della nonnina, semplicemente non sarebbero dovuti accadere. Questo è il punto. Le strutture sanitarie devono avere i mezzi e il personale necessari per essere in grado di dare tutta l'assistenza possibile ai malati senza farli rimbalzare da un ospedale all'altro». «Ripropongo la domanda da me fatta in precedenza - ha concluso- se questa è la situazione attuale, cosa succederà quando ci sarà l'ospedale unico provinciale? Ai cittadini ( nel 2020) l'ardua sentenza».

Potrebbe interessarti

  • Trattorie fuoriporta ad Ancona, le migliori 5 secondo il Gambero Rosso

  • Detenzione di armi, obblighi e scadenze della nuova legge: cosa si deve fare

  • Forno a microonde, i vantaggi e rischi per la salute: tutto quello che devi sapere

  • La nave extralusso con vista sugli abissi: “Le Bougainville” attesa in porto

I più letti della settimana

  • Orrore in mare, il cadavere di un uomo riaffiora dall'acqua a un miglio dalla costa

  • La sua moto travolta in autostrada, centauro morto dopo lo schianto

  • Va al cimitero per pregare il figlio, poi viene travolta: Silvana muore a 64 anni

  • La moglie non lo vede rientrare, marito trovato morto a casa di un amico

  • Tragedia in vacanza, bambina muore ad appena sei mesi

  • Spranga di ferro in faccia, una frustata micidiale: operaio in prognosi riservata

Torna su
AnconaToday è in caricamento