Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Casa: al via ad un programma residenziale per la "fascia grigia"

Si è tenuta ieri una conferenza stampa in cui è stato reso pubblico l'avvio di un progetto di costruzione e assegnazione di alloggi destinati alla "fascia grigia" della popolazione. Si prevede di partire entro un anno

Entro l’anno prossimo si prevede l’inizio dei lavori per il programma di edilizia residenziale Sociale (ERS) in variante al Prg. Si tratta di un progetto che consiste nell’individuazione di alcune aree comunali in disuso, dunque a costo zero, non soggette ad esproprio, che verranno recuperate per la realizzazione di alloggi sociali: social housing. Lo hanno detto ieri in conferenza stampa l’assessore al patrimonio e demanio Tamara Ferretti e l’assessore all’urbanistica Eliana Maiolini.

La social housing consiste nella realizzazione di alloggi per quella famosa “fascia grigia”: coloro che hanno un reddito troppo alto per rientrare nelle liste delle case popolari e troppo basso per partecipare al libero mercato immobiliare. Le aree di intervento, per un totale di circa 80 mila metri quadrati, sono tutte aree urbane: Brecce Bianche, Monte D’Ago, Passo Varano, Baraccola Ovest, Pietralacroce, Montagnola, Palombrare, Ponterosso, Collemarino. Sono un totale di 10 aree di cui due non saranno destinate a complessi residenziali, mentre gli altri 8 tutti con finalità residenziale. In questo progetto di edilizia sono coinvolti soggetti privati, ecco perché verranno avviate procedure di bando pubblico al fine di chiarire gli standard di costruzione: tra questi l’eco-sostenibilità delle architetture e la compatibilità idro-geologica. Non sono certi i tempi di lavoro perché dipendono da chi vincerà l'appalto, però entro l'anno si prevede l'avvio dei lavori.

Gli obiettivi, hanno spiegato i due assessori, sono quelli di rispondere alle esigenze di una fetta di popolazione che si trova in difficoltà oggettive: la fascia grigia appunto. Un'altra speranza è quella di riqualificare e rivalutare delle aree che sono in stato di degrado o abbandono. Si vuole inoltre ridurre il consumo del suolo, evitando di costruire su terre vergini e utilizzare al meglio quelle già presenti.

La Ferretti ha poi rilanciato il piano di delibera sui fondi per l’edilizia residenziale pubblica che vede lo stanziamento di 9,8 milioni di euro da parte dell’Erap per l’edificazione e la riqualificazione di vari complessi di appartamenti in varie zone della città. In particolare si prevede la riqualificazione di via Marchetti e via Pergolesi con la massima priorità, 2 edifici in via Maestri del lavoro, 3 edifici di via Circonvallazione, la ristrutturazione della ex scuola di Montacuto. Un programma che si aggancia ai già previsti 294 alloggi tra Collemarino, via Flaminia 137/145, piazza Aldo Moro, via Mingazzini e via Petrarca.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa: al via ad un programma residenziale per la "fascia grigia"

AnconaToday è in caricamento