Politica

Comune: Palazzo degli Anziani pronto ad accogliere uffici e progetti

L'assessore Ferretti condividerà in giunta entro poche settimane il piano di riorganizzazione degli immobili, a partire da Palazzo degli Anziani. E sulla Fabbrica delle idee: "Spazi pronti, si può partire anche subito"

Nella foto: Tamara Ferretti, assessore al Patrimonio del Comune di Ancona

“E’ già definito e si sta perfezionando un progetto complessivo di riorganizzazione degli immobili comunali che da una parte garantisca la fruibilità pubblica delle eccellenze del patrimonio cittadino e dall’altra assicuri una razionalizzazione della macchina e dei servizi comunali”. così il nuovo assessore al Patrimonio Tamara Ferretti, che condividerà in giunta entro poche settimane il piano di riorganizzazione degli immobili, compresi quelli che ospitano gli uffici comunali, a partire da Palazzo degli Anziani, che da prima di Natale ospita l’ufficio di monitoraggio Frana e l’ufficio Patrimonio con i suoi 15 dipendenti.
Il trasloco dell’Ufficio Patrimonio dalla sede di Piazza Cavour ha permesso l’utilizzo di quegli stessi uffici per altri settori comunali (Verde Pubblico e Ambiente) liberando spazi in locazione, risparmiando circa 46.000 euro annui di affitti.

“Palazzo Anziani è una delle opere restituite alla città e ad una funzione pubblica – ricorda l’assessore Ferretti – al centro del piano di riorganizzazione degli immobili e del progetto di rivitalizzazione del rione, che riguarderà anche il vicino palazzo Baldi e il sottostante Istituto Nautico: dopo il trasferimento degli uffici, stanno proseguendo secondo la tabella di marcia prevista e rispettando legittimi vincoli legati alla sicurezza e alla tutela di un bene di grande valore architettonico, i lavori per l’ascensore e nell’area circostante”.

Per quanto riguarda il progetto di ospitare la sede della cosiddetta “Fabbrica delle idee” della Fondazione Marche (la creazione di un centro/laboratorio, per la durata di sei mesi, in cui inserire 10/20 giovani per metà stranieri che si dedicheranno ad uno specifico settore: turismo culturale, agroalimentare, retail, ecc… ) l’assessore non ha dubbi: “Era e rimane un progetto di grande interesse, come tutti quelli che hanno la forza di rivitalizzare luoghi e funzioni. Per quello che ho potuto verificare, l’Amministrazione ha fatto uno sforzo considerevole per venire incontro alla Fondazione e ad accettare la sua offerta economica di affitto. I locali sono pronti, se volesse, potrebbe iniziare la propria attività fin da ora” .
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune: Palazzo degli Anziani pronto ad accogliere uffici e progetti

AnconaToday è in caricamento