Osimo, al via al progetto "Educa allo sport"

La società Amatori Bracaccini, che ha aderito al progetto sin da subito ha istaurato una stretta e proficua collaborazione con le scuole

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Lo sport, dopo la famiglia e la scuola, rappresenta il terzo pilastro educativo, che attraverso la pratica delle varie discipline, ha la capacità di trasmettere quei sani principi di etica comportamentale che rappresentano un valore aggiunto indiscutibile. E' bello quindi constatare che, in questo momento storico super tecnologico in cui la società tende a rendere la vita sempre più frenetica, lo sport sia ancora…di moda. E con questo pensiero che l'Amministrazione Comunale di Osimo , in collaborazione degli Istituti Comprensivi "C.G. Cesare" "Fratelli Trillini" e "Bruno da Osimo" ha ideato e promosso il progetto "Educa allo Sport". Questo progetto che va ben oltre l'insegnamento di una disciplina sportiva, trova il suo fondamento nell' utilizzare lo sport come uno strumento educativo, nel processo di formazione e di crescita delle nuove generazioni . Questa importante iniziativa, attuata e seguita nel suo svolgimento dall'assessore allo sport Alex Andreoli e dal sindaco Simone Pugnaloni, rivolta a tutti i ragazzi di tutte le scuole elementari e medie degli Istituti Comprensivi, ha visto coinvolte quindici Associazioni sportive Osimane.

La società Atletica Amatori Osimo Bracaccini, che ha aderito al progetto sin da subito ha istaurato una stretta e proficua collaborazione con le scuole mettendo a disposizione il suo staff tecnico nell'attività di affiancamento alle insegnanti nell'ora di educazione motoria. La stella polare che ha guidato il lavoro degli otto tecnici interessati al progetto è stata il saper coinvolgere i ragazzi nello svolgimento dell'attività didattico sportiva. In questi primi quattro mesi sono state proposte lezioni pratiche, in cui i ragazzi si sono cimentati in percorsi ludico-motori, con difficoltà variabili rapportate alla loro età e alla loro capacità . Nel cercare di rilevare il livello di padronanza degli schemi motori dei ragazzi, in termini più oggettivi, sono state eseguiti dei giochi- test, sviluppatisi attraverso esercizi e percorsi codificati. Per monitorare il percorso di crescita individuale e collettivo di classe, saranno riproposti alla fine dell'anno scolastico per la valutare la realizzazione degli obiettivi prefissati. Attraverso l'insegnamento, non solo sportivo, sono state poste solide basi valoriali, che partono dal rispetto di se stessi e dal giusto modo di rapportarsi con gli altri. Affinché questo importante progetto non rimanesse un vuoto e sterile contenitore di parole l'Assessore allo Sport Alex Andreoli, nei giorni scorsi ha fatto visita di persona ad alcuni plessi scolastici durante lo svolgimento dell'attività di educazione motoria. Nel dialogare con le insegnati delle classi visitate e gli istruttori presenti che le hanno affiancate ha raccolto informazioni e testimonianze sui vari aspetti e problematiche correlate al progetto:

«Sono molto soddisfatto di questo progetto, grazie al quale è nata una stretta collaborazione fra le associazioni sportive osimane e gli Istituti Comprensivi del territorio, entrambi attori fondamentali nella crescita e nell'educazione dei giovani osimani. E' stato molto proficuo il confronto con le società e con gli insegnanti, dai quali ho ricevuto utili consigli per migliorare ulteriormente questo progetto. Molti ragazzi dedicano sempre più spesso gran parte del loro tempo libero ad attività sedentarie, davanti al pc o con il cellulare in mano; è importante invece che sin dai primi anni di scuola siano indirizzati verso uno stile di vita sano, che comprenda una regolare attività sportiva e una corretta alimentazione. Secondo quanto mi è stato riferito durante le visite presso alcuni plessi scolastici, già dopo pochi mesi dall'inizio del progetto alcuni insegnanti hanno riscontrato una maggiore concentrazione in classe da parte dei propri alunni, soprattutto fra coloro che si sono poi avvicinati ad un'attività sportiva extrascolastica. Altri benefici notati, soprattutto fra i più piccoli della scuola primaria, sono una postura più corretta in aula e una maggiore coordinazione durante lo svolgimento degli esercizi nell'ora di educazione fisica. L'intenzione di questa Amministrazione Comunale è di riproporre anche nel prossimo anno questo progetto, estendendolo se possibile alla scuola dell'infanzia attraverso forme di gioco-sport, con la speranza di vedere coinvolte sempre più società sportive e di far appassionare sempre più ragazzi al mondo dello sport».

Il binomio scuola e sport rappresenta quindi un'esperienza pilota e paradigmatica per i futuri rapporti tra le istituzioni formative ed il mondo sportivo Osimano per cui l'Amministrazione Comunale è chiamata non solo a tracciare il futuro , ma anche a sostenere le istituzioni scolastiche e le Società sportive che sono intervenute nel progetto .

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento