menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'onorevole  Emanuele Prisco insieme al presidente Acquaroli

L'onorevole Emanuele Prisco insieme al presidente Acquaroli

Crisi di governo, Prisco (Fdi): «Conte pensa al futuro delle poltrone, non agli italiani»

Prisco commenta critico: «Le imprese, i commercianti, bar e ristoranti, palestre e impianti sportivi, sono bloccati dal gioco dei colori. Con un Dpcm Conte tiene tutti sotto scacco»

Il deputato di Fratelli d'Italia e commissario Fdi Marche, Emanuele Prisco dice la sua sull'attuale situazione di governo: «Con un’Italia appesa a un filo - spiega - milioni di cittadini che non sanno cosa potranno o non potranno fare nei prossimi giorni, Conte e la sua ex maggioranza sono impegnatissimi a spartirsi le poltrone. Le imprese, i commercianti, bar e ristoranti, palestre e impianti sportivi, sono bloccati dal “gioco dei colori”».

Poi commenta l'attuale situazione sanitaria: «Con un Dpcm che tiene tutti sotto scacco ma che non è minimamente utile per abbassare la curva dei contagi e l’andamento del virus come i dati confermano. Questo Governo ha deciso di libero arbitrio e senza evidenze scientifiche di sacrificare alcuni settori economici che rischiano di scomparire, un pezzo dell’economia che inevitabilmente trascinerà anche tutto il resto. Come sta accadendo anche nelle Marche, dove nonostante i dati epidemiologici siano in miglioramento, i cittadini e le imprese non sanno ancora se resteranno in zona arancione o potranno tornare a respirare un po’. È vero che il Governo sta lavorando per salvaguardare il futuro: probabilmente quello di qualche ministro e di qualche parlamentare che non sarebbe rieletto, non di certo quello degli italiani. Unica via possibile e responsabile, il voto, perché in un periodo così difficile serve un governo scelto dagli italiani forte e d’autorevole per gestire frisi sanitaria ed economica».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento