Lavoro, prime cure Inail: accordo con la Regione Marche per potenziarle

L'intesa è stata siglata questa mattina a palazzo Raffaello dal governatore Luca Ceriscioli, il direttore regionale Inail Giovanni Contenti e il direttore dell'Asur Nadia Storti

Foto di repertorio

ANCONA - Accordo tra Regione Marche e Inail per rafforzare l'assistenza a infortunati e lavoratori affetti da malattie professionali. L'intesa è stata siglata questa mattina a palazzo Raffaello dal governatore Luca Ceriscioli, il direttore regionale Inail Giovanni Contenti e il direttore dell'Asur Nadia Storti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questo documento sancisce la collaborazione tra Regione Marche e Inail per poter utilizzare al meglio il sistema e le risorse umane a nostra disposizione- spiega Ceriscioli- Un impegno straordinario che accompagna questa fase di ripartenza post Covid e che sarà importante anche quando si tornera' alle attività ordinarie. Sono particolarmente contento di questa firma all'indomani degli accordi europei che attendevamo sul Recovery Fund che prevede miliardi di euro a fondo perduto per il rilancio del nostro paese. Ora potranno mettersi in moto tantissimi cantieri che saranno fonte di posti di lavoro che avranno bisogno del supporto dell'Inail». L'obiettivo dell'accordo è consolidare il ruolo dell'Inail attraverso la condivisione con la Regione Marche di un potenziamento delle strutture sanitarie per garantire sempre più i servizi e le prestazioni sanitarie agli assicurati Inail anche attraverso la semplificazione del relativo percorso assistenziale. In particolare è previsto il potenziamento della capillarità delle strutture sanitarie dell'istituto per l'erogazione delle prestazioni prime cure (ambulatori). «L'accordo è una parte attuativa di contenuto squisitamente tecnico- spiega Contenti- che integra la preesistente collaborazione tra Regione e Inail ed è finalizzato, oltrechè al potenziamento delle strutture sanitarie erogatrici di prime cure a fornire prestazioni di assistenza socio-sanitaria ai lavoratori infortunati e tecnopatici per un compiuto recupero dell'integrita' psico-fisica degli assicurati Inail».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento