Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Falconara: prima assemblea di Falconara Bene Comune

Una sala gremita, calda e partecipe accoglie l’incontro pubblico di Falconara Bene Comune che presenta alla cittadinanza la sua proposta politica

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Una sala gremita, calda e partecipe accoglie l’incontro pubblico di Falconara Bene Comune che presenta alla cittadinanza una proposta innovativa e differente…in un panorama cittadino che sembra ricalcare senza troppe sorprese gli schemi prefissati dell’alternanza tra la riproposizione dell’attuale amministrazione che, orfana del berlusconismo, gioca la carta della personalizzazione del Sindaco e delle civiche civetta, e il centrosinistra supino alle primarie di partito del PD. E mentre le liste civiche della passata tornata elettorale annaspano, quasi ancorate alle parole d’ordine senza soluzione di quattro anni fa, il laboratorio civico di FBC riaccende le speranze e a desta entusiasmi. Una decina gli interventi dei cittadini attivi di FBC, moltissime le domande dal pubblico…  COSTRUIAMO INSIEME L’ALTERNATIVA…DIPENDE ANCHE DA TE!

…Riproponiamo di seguito alcuni stralci del discorso di presentazione del nostro candidato Sindaco Riccardo Borini:

Perché ho dato la mia disponibilità per questa candidatura?
Mi sento un po’ incosciente e per questo responsabile. Per me la vera responsabilità è quella che avverte gli appelli della storia e risponde con coraggio senza fare molti calcoli: se conviene o non conviene!
Il nostro progetto di città mi interessa molto e vorrei dare insieme agli altri il mio contributo. Ci tengo a chiarire che mi sono avvicinato alla “nuova” lista civica con una passione e una voglia di lavorare per il bene della nostra città e del nostro paese in un momento sociale/culturale/economico/ politico difficile come quello che stiamo vivendo, in cui oltre la crisi economica c’è una crisi culturale e sociale. Aumentano i bisogni e si hanno meno risorse a disposizione per i tagli.
I partiti non riescono ad essere credibili e a rinnovarsi come reali strumenti per costruire la democrazia attraverso la partecipazione della gente.
Oggi alla società civile è chiesta una responsabilità e un impegno forti che rifiuta lo “stare alla finestra” e inizia nel concreto a “sporcarsi le mani”.
Mi muove quindi un forte senso di responsabilità per la cosa pubblica e darò il mio contributo interpretando la politica con il massimo livello di servizio che un cittadino può svolgere nella città in cui abita. Come primo obiettivo vorremmo trasmettere questa passione e “contagiare” la società civile perché avverta l’urgenza di questo impegno in prima persona come cittadini al di fuori delle organizzazioni partitiche.

Quali sono i punti salienti del nostro programma?
LI INDICO IN ESTREMA SINTESI E RESTERANNO COMUNQUE APERTI AD ULTERIORI CONTRIBUTI .
SALVAGUARDIA DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE LOCALI:
Contrarietà assoluta alla nascita di ulteriori Centri Commerciali. Occorre valorizzare i centri storici, la piccola impresa, le attività artigianali, commerciali, professionali e del terziario locale, favorendo il modello dei “centri commerciali naturali”.

PARCHEGGI:
Reinternalizzare il servizio di gestione dei parcheggi. No all’attuale progetto parcheggio multipiano/centro commerciale all’interno dell’area della Stazione FS. Il parcheggio va realizzato ma con tecnologie sostenibili e rinnovabili, calibrato su 100 posti auto a raso e gestito direttamente dal Comune.

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA URBANA, PER UNA CITTA’ RINNOVATA:
Falconara M. deve diventare un territorio VIRTUOSO in cui, riqualificando, risparmiando energia e usando le energie rinnovabili si faccia crescere l’economia locale e l’occupazione (operazione ESCO dalla Crisi).(vedi rete comuni virtuosi)

RECUPERO E BONIFICA DELLE AREE PUBBLICHE DISMESSE E DEI LUOGHI STORICI DELLA CITTA’:
ex area Antonelli di Villanova, ex Liquigas, ex Montedison, gli immobili dismessi in zona aeroporto, ex Caserma Saracini, ex Squadra Rialzo, Villa Montedomini e altri luoghi storici della città, come opportunità nell’ottica di valorizzare il patrimonio culturale di Falconara.

SERVIZI SOCIALI ALL’ALTEZZA DELLA CRISI:
Attenzione alle politiche sovra comunali. Recupero del ruolo di Comune capofila rispetto ai Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale 12: Programmazione sociale, Gestione associata cioè intercomunale dei servizi sociali, integrazione socio sanitaria Politica di reale sostegno alla persona non autosufficiente e alla sua famiglia (anziani e disabili), reali interventi di prevenzione per i disagi dei minori e rafforzamento della re te dei servizi attorno al minore e alla sua famiglia (famiglie per l’affido e per l’appoggio familiare)

SICUREZZA E ACCOGLIENZA POSSONO CAMMINARE INSIEME
introduzione del vigile di quartiere e valorizzazione degli operatori sociali per un maggior decoro urbano e per una reale promozione di una responsabilità diffusa.

CITTA’ IN SICUREZZA CON UN PIANO DI PROTEZIONE CIVILE INTEGRATO AL PRG.

PROMUOVERE LA CULTURA PARTECIPATA E IL PROTAGONISMO LOCALE. VIVIBILITA’ DEL CENTRO, MUSICA EVENTI PER I GIOVANI E PER I QUARTIERI:
Ricostruzione di un progetto culturale per la nostra città, il comune deve svolgere un ruolo di regia, sostegno e coordinamento a partire dal corretto funzionamento della consulta alla cultura. Per valorizzare le attività delle tante associazioni cittadine è necessaria una sinergia ben pianificata tra l’Amministrazione Comunale,gli esercenti e anche le associazioni di quartiere.

LA SALUTE PUBBLICA DEVE TORNARE UNA PRIORITA’.(costante monitoraggio reale dei livelli di inquinamento e adozioni di misure efficaci per contenerlo)
SPIAGGIA, SISTEMA FOGNARIO:

Valorizzazione della spiaggia e risoluzione del grave problema delle tre grandi condotte che in caso di piogge di forte intensità, scaricano direttamente in mare l’acqua delle strade e le acque nere.

DA RIFIUTI A RISORSE:
Raccolta porta a porta su tutto il territorio comunale per arrivare al 65% di differenziata, così da evitare ai cittadini le multe e i sovraprezzi del conferimento in discarica.

ACQUA PUBBLICA E DIFESA DEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI.

DAL DISSESTATO BILANCIO DEI PARTITI A QUELLO PARTECIPATO
Sperimentazione del bilancio partecipato coinvolgenti cittadini organizzati e non.

Per altri punti del nostro programma rimando al nostro Blog in cui è presente una bozza di programma partecipato che vi invito a leggere per poter interagire con noi in questi mesi

Quali sono i miei/nostri punti forza?
Le 4 “C”: Competenza, Coerenza, Concretezza che generano Credibilità (affidabilità)….con un pizzico di sogno e di ironia!
Il peso politico non si conquista con al fedeltà ai potenti, ma con la credibilità degli uomini, la forza delle idee e dei progetti, la coerenza dei metodi partecipativi. La gente non disprezza la politica. Non sopporta più i partiti; non accetta l’arroganza, lo strapotere, l’invadenza in ogni rivolo della città, il clientelismo, il familismo e molto spesso le ruberie di chi vive all’ombra della politica.
Per questo la prima cosa da fare è riunire i cittadini, le forze vive, chi ama questa città per avere le idee e gettare le basi per un progetto nuovo di lungo periodo per Falconara.
La mia esperienza mi dice che solo camminando insieme si apre cammino!
La fatica sta tutta qui: spesso la strada autentica, vera, passa fuori dalla vie maestre o dalle vie battute dai più!
Per questo io ci sono, noi ci siamo!!!

COSTRUIAMO L’ALTERNATIVA DIPENDE ANCHE DA TE!

Riccardo Borini, 26 ottobre 2011

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara: prima assemblea di Falconara Bene Comune

AnconaToday è in caricamento