Politica

Sindaco del Mondo, Lega: «Città premiata ma insicura, torni con i piedi per terra»

Il consigliere regionale Zaffiri torna su tema sicurezza e boccia il sindaco Mancinelli, recentemente premiata con il World Mayor Prize

Zaffiri vs Mancinelli

«La sindaca torni con i piedi per terra». Senza mezzi termini il consigliere regionale Sandro Zaffiri nel criticare il sindaco Valeria Mancinelli, recentemente premiata con il World Mayor Prize. «Appena avrà smaltito la sbornia di euforia per essere stata insignita del titolo di miglior primo cittadino del Mondo apra gli occhi di fronte ad una triste realtà - attacca l'esponente del Carroccio - cioè quella di star amministrando una città
sempre più in degrado, pericolosa e insicura».

«Non temo smentite – aggiunge Zaffiri – quando parlo di una città che, soprattutto negli ultimi anni, è notevolmente peggiorata sul piano della vivibilità, del decoro e della sicurezza. E’ quantomeno singolare che solo limitandosi a scorrere le pagine dei Quotidiani di questi ultimi due giorni, da un lato si celebri l’ascesa della sindaca ai vertici mondiali delle amministrazioni cittadine, mentre dall’altro si dia conto di aggressioni, furti e
atti di vandalismo un po’ in ogni angolo della città. E se la cronaca non mente, non è la Lega a dirlo, ma è la triste realtà dei fatti. Alla sindaca suggerirei, intanto, di ripensare alle barricate ideologiche contro il decreto Salvini, perché forse è proprio quella la strada giusta da percorrere per garantire più sicurezza”. “La via della collaborazione istituzionale nelle situazioni emergenziali è quella preferibile, per cui sarebbe anche cosa buona che alle dotazioni di personale delle forze dell’ordine presenti in città e che il Ministro Salvini ha già potenziato, si aggiungessero anche quelle dell’esercito in una sorta di task force unita nell’obiettivo del controllo e della prevenzione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco del Mondo, Lega: «Città premiata ma insicura, torni con i piedi per terra»

AnconaToday è in caricamento