Politica

Pnrr, Fratelli d’Italia attacca: «Vergognosa l’eredità lasciata da Giampieri»

Il deputato di FdI Emanuele Prisco, commissario regionale Marche per lo stesso partito, ha annunciato un’interrogazione al Governo. L’accusa è di aver lasciato poche risorse per i porti marchigiani e abruzzesi

«Restiamo sconcertati dalla scarsa eredità che Rodolfo Giampieri lascia alle Marche e all'Abruzzo. L'ex presidente, premiato addirittura con il nuovo incarico alla guida di Assoporti, ha chiesto per quelli che erano di sua competenza solo 20 milioni di euro del PNRR. Pochi spicci, in confronto a quanto chiesto e ottenuto dalle altre Autorità portuali e assolutamente insufficienti al rilancio di questa infrastruttura strategica. Marchigiani e abruzzesi dovranno accontentarsi delle briciole perché chi era alla guida dell'Autorità portuale, tanto osannato e difeso dalla sinistra, ha fatto perdere loro la grandissima occasione per risolvere finalmente alcune delle questioni più urgenti e ataviche che i territori costieri aspettano da ormai troppo tempo. Avvieremo anche in Parlamento i dovuti approfondimenti per capire se e chi ha colpevolmente affondato l’Autorità portuale di Ancona e perché il Ministro alle Infrastrutture, dopo i noti fatti sulla nomina del presidente, abbia anche consentito una enorme disparità di trattamento».

Così in una nota Emanuele Prisco, deputato di Fratelli d’Italia e commissario regionale Marche di FDI annunciando una interrogazione al governo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, Fratelli d’Italia attacca: «Vergognosa l’eredità lasciata da Giampieri»

AnconaToday è in caricamento