Ambiente, i Verdi: «Bene per le risorse UE per la transizione green del Porto di Ancona»

A parlare sono i Verdi di Ancona riguardo il progetto europeo che vede coinvolto anche lo scalo dorico

«Apprendiamo con piacere che grazie ai due Programmi di cooperazione dell’Adriatico “Italia-Croazia” e “Adrion” l’Autorità Portuale gestirà importanti risorse destinate alla transizione verde del porto ed all’innovazione nella gestione dei passeggeri. Complessivamente l’Autorità Portuale del mare Adriatico avrà a disposizione 1.370.000,00 euro, di cui 1 milione per le strategie ambientali e di mobilità dei due porti dedicati al traffico merci e passeggeri, Ancona e Ortona, e 370.000,00 euro per il progetto Ecowaves, per sviluppare la gestione dei rifiuti delle navi e la tutela dell’ambiente marino nell’ambito della Macroregione Adriatico Ionica». A parlare sono i Verdi di Ancona riguardo il progetto europeo che vede coinvolto anche il porto dorico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Si tratta di interventi finalizzati alla riduzione delle emissioni delle navi durante la sosta in porto che ci auguriamo costituiscano una occasione di studio concreto per l’elettrificazione delle banchine che consenta l’alimentazione elettrica autonoma delle navi da terra, con i motori spenti. Un passo importante verso l’obiettivo finale: zero emissioni delle navi in porto, che speriamo si concretizzi quanto prima. Apprezzabile è anche il secondo obiettivo progettuale: il risparmio energetico attraverso l’adozione della tecnologia a led sugli impianti d’illuminazione, riducendo così i consumi e la relativa impronta ambientale. Il progetto Ecowaves dovrebbe invece consentire un migliore monitoraggio della  qualità delle acque e l’ammodernamento del sistema di gestione dei  rifiuti del porto. Apprezziamo questo percorso verso una sempre maggiore sostenibilità del porto, auspicando una sua rapida e concreta realizzazione, che riteniamo strategica in questo difficile momento in cui ogni opportunità deve essere colta per ripensare profondamente l’approccio all’occupazione ed al rapporto con l’ambiente, per passare dalla zona rossa alla zona verde».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Va a votare, viene presa a calci e pugni da uno sconosciuto: choc al seggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento