Marche, Pd: «Porti Abruzzo restino in autorità del mare adriatico»

L'assessore regionale ai Porti Anna Casini ha risposto a un'interrogazione presentata dai consiglieri dem Gianluca Busilacchi e Enzo Giancarli

Gianluca Busilacchi

E' scontro nel Consiglio regionale delle Marche, tra maggioranza e opposizione, sull'autorità portuale del mare Adriatico centrale. L'assessore regionale ai Porti Anna Casini ha risposto a un'interrogazione presentata dai consiglieri dem Gianluca Busilacchi e Enzo Giancarli preoccupati per la richiesta avanzata dalla Regione Abruzzo al ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio di inserire i porti di Ortona e Pescara nell'Autorita' del mare Tirreno centro settentrionale. A dare la l'agenzia di stampa DIRE.

«Nessuna assenza di strategia puo' essere imputata alla Regione Marche che sta subendo inerzie di altri soggetti istituzionali - ha detto Casini -  Del resto, la legge prevede la possibilita' di trasferire un porto inserito in un'Autorità di sistema portuale in un'altra Autorità, ma ciò potrà avvenire solo dopo l'emanazione di un apposito regolamento che, ad oggi, non è stato ancora predisposto. E soltanto in caso di valutazione favorevole del ministero». L'assessore ha anche espresso apprezzamento per la nomina del ministero delle Infrastrutture, che ha indicato il presidente dell'Autorità portuale di Ancona, Rodolfo Giampieri, come presidente della neonata Autorità dell'Adriatico centrale. Ma all'opposizione non basta. «Con l'assessore Casini siamo passati dalla macroregione adriatico-ionica alla microregione anconetana - attacca Mirco Carloni (Ap) - Gli unici porti con i quali dialogavamo e collaboravamo effettivamente oggi stanno scappando per creare un asse est-ovest con il Tirreno e collegarsi con il Lazio. Abbiamo vinto la battaglia ma stiamo perdendo la guerra». Intanto, il gruppo Pd chiede alla giunta il massimo sforzo per mantenere l'unità dell'Autorità portuale. «Auspichiamo che la giunta regionale svolga un'azione forte verso il governo nazionale perchè l'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico centrale sia mantenuta così come è - spiegano Giancarli e Busilacchi - senza il distacco dei porti di Pescara ed Ortona. La giunta agisca sul Governo». La costituzione della nuova Autorità portuale del Mare Adriatico centrale è legata alla richiesta della Regione Abruzzo di trasferire i porti di Pescara e di Ortona al bacino tirrenico. Trasferimento che lo stesso decreto di riforma prevede come possibilità subordinandolo, però, ad un regolamento da adottare su proposta del ministro dei Trasporti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento