Falconara, il Pd sulla Polizia Locale: «Il sindaco Brandoni scarica sui cittadini»

«Registriamo il fallimento della politica della sicurezza, che l'attuale amministrazione ha da sempre promesso e mai mantenuta»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Dal 01.01.2017 l'organico del corpo di Polizia Locale diminuisce di 3 unità. L'attuale normativa (LR 1/2014) prevede 1 vigile ogni 1000 abitanti, quindi per Falconara ne servirebbero 26. Invece il Comune ne ha di effettivi soltanto 23, e non i 25 dichiarati dal Sindaco Brandoni. Questo perché abbiamo 1 vigile part/time a Monte San Vito e 1 vigile dislocato al Servizio Tributi. Quindi per arrivare a 26 figure operative si dovrebbero prevedere 3 assunzioni a Tempo Indeterminato full time, tutte da individuare con concorso pubblico visto che la mobilità tramite altri enti pubblici (ex Provincie) non è andata a buon fine. Tale concorso avrebbe potuto essere indetto già dal marzo 2016, ma i maliziosi pensano che con tutta probabilità lo sarà solo all'approssimarsi del periodo elettorale (a cavallo tra il 2017 e il 2018). Tuttavia, le tre nuove unità saranno sì occupate a tempo indeterminato, ma con part time verticale (lavoreranno 6 mesi l'anno) anziché con part time orizzontale (tre giorni settimanali), e già attualmente 3 degli agenti in servizio a Falconara effettuano il part time verticale. Per quanto riguarda invece le 17 unità idonee al servizio esterno, in strada ne vengono effettivamente utilizzate solo 8. Con le altre 9 unità adeguatamente utilizzate si potrebbero costituire altre 4 pattuglie da ripartire nei turni antimeridiani e pomeridiani, raddoppiando il servizio senza intaccare turni, ferie e malattie e festività. Invece l'Amministrazione (con DD 517 del 6.6.16) ha affidato il servizio di vigilanza notturno ad un istituto privato, dapprima per il periodo 1.6.16 - 6.1.17, e poi prorogandolo fino al 31.3.17, per una somma di Euro 10.126+2.870 +Iva. Questo denaro avrebbe potuto essere utilizzato dalle pattuglie di Polizia Locale di Falconara, visto anche che l'istituto privato non ha dato quella sensazione di sicurezza che i cittadini volevano.

Ora il Sindaco prospetta alla cittadinanza di rivolgersi al Prefetto per avere l'aiuto dell'esercito, dimenticando che già il Prefetto aveva sollecitato lo stesso Sindaco a prolungare il Servizio di PL fino alle 22! Senza mezzi termini, registriamo: - il fallimento della politica della sicurezza, che l'attuale amministrazione ha da sempre promesso assicurando una riorganizzazione ed un rafforzamento della polizia locale, mai mantenute. Questo per responsabilità da parte della politica ed evidenti limiti organizzativi e gestionali da parte delle alte sfere della Polizia Locale, la mancanza di managerialità nella gestione del personale della PL, con spreco di denaro a discapito degli stessi dipendenti di PL, la mancanza di responsabilità politica da parte del sindaco, che scarica la propria inefficienza sui cittadini sfidandoli a chiedere loro stessi al prefetto l'invio dell'esercito che lui stesso non ha ottenuto. Lo stesso ex comandante della Polizia Locale, qualche mese fa, in commissione sicurezza aveva chiesto di poter disporre di più vigili in strada. Queste professionalità vengono invece mortificate a svolgere pratiche amministrative che dovrebbero essere espletate dal SUAP. Si tratta di capire se da parte del Sindaco ci sia una precisa volontà di mantenere questo precario stato di cose, o se si tratti di pura e semplice incapacità.

Giacchetta Alessandro Consigliere comunale PD Falconara M.ma

Torna su
AnconaToday è in caricamento