Politica

Uscita Ovest, M5S: “Macchine e tir dovranno pagare, non sarà vantaggioso”

I documenti sono stai portati a mano in Comune. Quattrini: "Il Comune non aveva mandato nulla, così ci abbiamo pensato noi. Donatella Agostinelli è andata al Ministero ed ha acquisito il testo della convenzione"

Andrea Quattrini, Capogruppo M5S Ancona

Il MoVimento 5 Stelle decide di agire da solo per fare chiarezza e produrre i documenti relativi all'Uscita Ovest. Dopo la visita a Roma di fine agosto del Sindaco Mancinelli e dell'assessore al Porto Simonella per la realizzazione del collegamento viario dello scalo dorico con la grande viabilità, il consigliere comunale 5 Stelle, Andrea Quattrini ha chiesto dettagli sull'operazione.

“L'Uscita a Ovest è un'opera che farà un privato quindi macchine e tir dovranno pagare un pedaggio per percorrere la bretella che dall'Uscita Ovest porterà al porto. Volevamo capire che tipo di pedaggio fosse perché a nostro avviso la cifra sarà talmente elevata da evitare il passaggio per quella strada” spiega Quattrini.

Ieri mattina, i documenti sull'Uscita Ovest sono stati recapitati a mano all'Ufficio Protocollo del Comune di Ancona. Ciò a seguito della mozione approvata dal Consiglio comunale con la quale si dava mandato al Sindaco di assumere informazioni sui dettagli dell'opera, mandato che, invece è rimasto chiuso nel cassetto del Sindaco.

“Dopo 15 giorni dalla mozione, ci siamo accorti che il Comune non aveva mandato nulla al Ministero così ci abbiamo pensato noi- racconta il capogruppo del MoVimento 5 Stelle-. Ho contattato Donatella Agostinelli, Deputata del MoVimento 5 Stelle. Lei è andata al Ministero ed ha acquisito il testo della convenzione che dovrebbe essere firmato entro breve. Così lo abbiamo portato a mano all'Ufficio Protocollo del Comune di Ancona”.

Stando alla convenzione, il pedaggio dovrebbe essere di 4 euro per i tir e 3,5 euro per le auto. “Sono cifre assolutamente indicative. I costi sono relativi all'opera, tutto sarà riportato al progetto definitivo” dice Quattrini. Il MoVimento 5 Stelle non vuole che questa sia l'ennesima opera incompiuta data l'enorme cifra in ballo per realizzarla.

Altra preoccupazione per i 5 Stelle, l'area della frana. Altre due zone sono state messe sotto osservazione. “Abbiamo avvisato l'Anas. Se c'è il rischio di frana, c'è il rischio che vada ad intaccare l'Uscita Ovest. Dobbiamo rendere note queste cose, non devono essere sottaciute. Stiamo togliendo l'alibi a questa maggioranza che fa finta di non sapere e non sentire- spiega ancora Andrea Quattrini-. La situazione è chiara. C'è un interesse economico e finanziario a fare questa operazione. Noi proviamo a smascherarla”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uscita Ovest, M5S: “Macchine e tir dovranno pagare, non sarà vantaggioso”

AnconaToday è in caricamento