Barriere architettoniche, l'Associazione Coscioni: «Anche la Lega si accorge del Peba»

Così il segretario Renato Biondini: ««E' dal 2012 che ci battiamo perché tutte le strutture pubbliche possano essere accessibili alle persone con disabilità motorie e sensoriali»

«Apprendiamo dalla stampa locale che la consigliera regionale Marzia Malaigia della Lega Nord, dopo che ha costatato le problematiche di accessibilità della farmacia comunale ospedaliera  di Fermo, ha presentato al Consiglio Regionale delle Marche una interrogazione nella quale chiede di sapere se la Regione per le strutture di propria competenza ha adottato il peba (piano eliminazione barriere architettoniche) e se ha nominato i commissari ad acta per i comuni inadempienti come prevede la legge 41  del 1986 e la legge regionale n° 52 del 1990». Così Renato Biondini, segretario della Cellula Ancona dell’Associazione Luca Coscioni.

«E' dal 2012 - continua - che ci battiamo perché tutte le strutture pubbliche della nostra Regione, province e comuni possano essere accessibili alle persone con disabilità motorie e sensoriali ed abbiamo intrapreso anche azioni legali verso gli enti inadempienti. Apprendiamo con piacere che “finalmente “, dopo anni di nostre iniziative sui territori , anche qualche altro soggetto politico si sia accorto che la legge sui PEBA è disattesa da trent’anni. La consigliera Malaigia, comunque, dovrebbe sapere che già nel 2012 la Giunta Regionale aveva risposto ad una interrogazione presentata dall’ex consigliere Adriano Cardogna del gruppo dei “Verdi” (dietro il nostro input e supporto)   nella quale l’ex assessore Marcolini ammetteva la totale inadempienza verso gli obblighi di legge da parte della Regione Marche. La consigliera Malaigia, dovrebbe sapere che, dopo le nostre innumerevoli azioni e iniziative per l’adozione del PEBA e del PAU negli enti locali delle Marche, il Consiglio Regionale delle Marche il 9 dicembre 2014 ha approvato la risoluzione n° 102 nella quale impegnava la Giunta regionale a nominale quanto prima i commissari ad acta per i comuni inadempienti in tema di PEBA. Se la consigliera Malaigia volesse avere informazioni sulla situazione dell’applicazione dei peba nei comuni delle Marche, si potrebbe  rivolgere a noi,  perché il 30 dicembre 2017 abbiamo inviato a tutti i comuni della Regione una diffida per chiedere l’adozione dei PEBA e stiamo monitorando costantemente la loro applicazione su tutto il territorio.

«In ogni caso - conclude - ci complimentiamo per questa iniziativa della Malaigia sperando che voglia portare fino in fondo questa battaglia di civiltà nella nostra regione, magari chiedendo in primis di far adottare il peba nei comuni delle Marche dove la Lega Nord amministra».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento