Politica Centro storico / Piazza Roma

Pdl: in piazza Roma per chiedere le dimissioni di Gramillano

Non era nemmeno finito il Consiglio Comunale di ieri sul bilancio che a Piazza Roma era già presente un presidio del Pdl e della Giovane Italia. Una raccolta firme per far "licenziare" Gramillano dai cittadini

I giovani del Pdl

Ieri alle ore 19:00, il Consiglio Comunale, che avrebbe dovuto discutere il bilancio, dopo un’intera giornata trascorsa a votare emendamenti e delibere, si è dato appuntamento a lunedì prossimo per la resa dei conti finale. In quel momento il Pdl e la Giovane Italia di Ancona erano già in piazza Roma con un banchetto per raccogliere le firme dei cittadini: una petizione per far dimettere irrevocabilmente il Sindaco Fiorello Gramillano e la Giunta.

Una ragazza distribuiva volantini che recitavano: “tutti a casa elezioni subito!” e si fa riferimento a milioni di euro sprecati, delibere disattese, il parere negativo della Corte dei Conti sul bilancio e l’aumento della criminalità. Insomma oramai per l’opposizione non ci sono più margini di discussione e si tenta anche la carta della petizione popolare, per dimostrare che la città non vuole più questa amministrazione.

Al tavolo erano presenti anche alcuni consiglieri comunali che fino a poco prima erano a Palazzo degli Anziani per i lavori del Consiglio: Vincenzo Rossi, Simone Pizzi e Luca Piergiacomi. Tutti lì per raccogliere le firme e chiedere le dimissioni del sindaco: “Abbiamo deciso questa cosa in sede di coordinamento comunale insieme al movimento della Giovane Italia – ha detto Piergiacomi – appunto di scendere in piazza a raccogliere le firme per chiedere le dimissioni al sindaco visto che la maggioranza sembra non avere intenzione di mollare l’osso, anche contro tutti i pareri dei revisori della Corte dei Conti. Abbiamo quindi deciso di fare questa iniziativa per sensibilizzare i cittadini che, incontrandoli per strada, ci chiedono continuamente di mandarlo a casa. Visto che noi come opposizione in Consiglio Comunale, pur facendone tanta e buona, non riusciamo, chiaramente per questioni numeriche, a mandarlo a casa, chiediamo ai cittadini di aiutarci per raccogliere quante più firme possibili per poterle poi presentare al Sindaco.”

Luca Piergiacomi, che è anche Vice coordinatore vicario del Pdl per la grande città di Ancona, ha poi parlato di bilancio specificando che loro, se lo voteranno, voteranno contro: “vedremo per questione di opportunità se sarà il caso di far mancare il numero legale oppure votare contro”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pdl: in piazza Roma per chiedere le dimissioni di Gramillano

AnconaToday è in caricamento