Niente sale pubbliche ai fascisti, il Pd attacca Brandoni: «Il suo no è inaccettabile»

«L'atteggiamento dell'amministrazione Brandoni, che rigetta l'odg "No sale pubbliche ai fascisti" presentato congiuntamente da Pd e Cic, è assolutamente inaccettabile»

Marco Luchetti

«L'atteggiamento dell'amministrazione Brandoni, che rigetta l'odg "No sale pubbliche ai fascisti" presentato congiuntamente da Pd e Cic, è assolutamente inaccettabile. E la foglia di fico dei presunti tecnicismi e formalismi regolamentari dietro cui si nascondono per dirci no è ancora più imbarazzante». Questo l'attacco del Partito democratico falconarese all'Amministrazione Brandoni.

«Ci mettessero la faccia il Sindaco o Presidente del consiglio invece dei tecnici. Noi eravamo assolutamente convinti che ci sarebbe stato un unanime consenso su questo documento. A maggior ragione dopo i fatti di Macerata e nell'approssimarsi della ricorrenza del 25 aprile. E invece è arrivato il niet. Poveri ingenui noi! Un atteggiamento, quello dell'amministrazione, che la dice lunga su come intendano la storia e i valori repubblicani. Ma nonostante tutto, noi andiamo avanti e il 25 aprile porteremo nelle strade questi principi, partecipando con orgoglio alla manifestazione di "Falconara città aperta" insieme a tanti altri cittadini e associazioni che ancora ritengono il fascismo un pericolo e la resistenza un valore quanto mai attuale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento