Il Pd attacca il sindaco: «Giunta incapace di amministrare la città»

Così il gruppo consiliare del Partito Democratico sulla gestione dell'Amministrazione Signorini, a Falconara

«Dopo un anno e mezzo di amministrazione la Giunta Signorini sta dimostrando la incapacità di amministrare Falconara. Fino ad oggi abbiamo rincorso la quotidianità, senza una programmazione del futuro. La nostra Comunità continua a vivacchiare ripercorrendo l’esperienza Brandoni, con la differenza che l’allora sindaco era presente dalla mattina alla sera in sede e manteneva un saggio rapporto con i Falconaresi; oggi non c’è più neanche quello. Si vivacchia dietro le manifestazioni, quando in ritardo ci si accorge del pericolo del muro a mare si grida “al lupo”, intanto Senigallia tratta direttamente con Ferrovie, il degrado di Falconara continua con un arredo urbano di cui nessuno si prende cura; potremo continuare ad elencare tanti aspetti, ma basta parlare per strada con i Falconaresi. Quello che più preoccupa è che manca una idea di futuro. La popolazione continua a scendere e  famiglie nuove non nascono a Falconara. La rinuncia dell’Assessore Al Diry a coprire l’incarico per il settore commercio e le relative motivazioni, aldilà del fatto personale su cui è meglio non entrare in merito, ci indicano uno stato di disagio e la mancanza di una idea condivisa di sviluppo». Così il gruppo consiliare del Partito Democratico sulla gestione dell'Amministrazione Signorini, a Falconara. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Non vogliamo scendere unicamente sul piano della polemica nel criticare una Giunta per la mancanza di coesione o di inadeguatezza di esperienza, ma vogliamo porre di più l’accento sulla condivisione del sentimento dei Falconaresi che si ritrovano una guida amministrativa lontana dai propri problemi e attanagliati da una sindrome di ineluttabilità nel vivere in una città dormitorio. Riteniamo che non sia solo la mancanza di concentrazione di risorse comunali per le varie iniziative come strategia per il commercio, ma manca una prospettiva nella convivenza della città. L’Assessore dimissionario dal commercio lo ha fatto intendere nelle sue motivazioni, che ci dicono anche che all’interno della maggioranza affiorano dissensi sulla conduzione del Comune, peraltro affiorati con la cacciata del Consigliere Baldassini dal proprio
gruppo di maggioranza. La nostra preoccupazione di non avere un Sindaco a tempo pieno, come avevamo richiesto per la complessità dei problemi di Falconara, era più che motivata. Sembra che la principale attività del Sindaco sia quella di farsi ritrarre dai fotografi, non basta. A questo punto, oltre che ribadire al Sindaco che faccia la scelta del tempo pieno, suggeriamo di attrezzare  meglio la sua Giunta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento