Patto di Stabilità, Andrenacci (Anci): “Indispensabile lo stanziamento della Regione”

La Regione Marche destinerà ai Comuni 27 milioni e 461 mila euro ponendoli nella disponibilità degli enti locali che li utilizzeranno per i pagamenti alle imprese private creditrici. Plauso dall'Anci per la decisione

Mario Andrenacci, presidente Anci Marche

La Regione Marche destinerà ai Comuni 27 milioni e 461 mila euro ponendoli nella disponibilità degli enti locali che li utilizzeranno per i pagamenti alle imprese private creditrici. La giunta regionale infatti ha deliberato l'approvazione dei criteri di applicazione del Patto di Stabilità Verticale e tali fondi garantiranno il rispetto degli impegni presi nei confronti delle aziende che stanno realizzando opere pubbliche.
La delibera riscuote il favore dell'associazione dei comuni marchigiani.

"Ancora una volta - ha detto Mario Andrenacci, presidente di Anci Marche - la giunta regionale si è dimostrata tempestiva e sensibile alle delicate questioni che riguardano la finanza locale dando nuova linfa all'economia locale". "Ricordo - sono parole del presidente dell'associazione dei comuni marchigiani - che la Corte dei Conti riferisce che l'80% degli appalti alle aziende del territorio tradizionalmente è sempre venuto proprio dai Comuni, i quali hanno dimostrato di saper interagire e dialogare con il mondo dell'economia. In un momento di grande difficoltà - continua - vogliamo continuare nella gestione virtuosa che ci ha sempre caratterizzato e la decisione presa dalla giunta regionale ci consente intanto di onorare gli impegni con i nostri fornitori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fondi infatti sono indispensabili soprattutto per i comuni con più di 5 mila abitanti che per effetto dei vincoli del patto di stabilità, per poter far fronte ai propri impegni di spesa nei confronti delle aziende che stanno realizzando opere pubbliche, devono aver finanziato l'opera impegnando i fondi necessari, ma devono anche rientrare entro limiti definiti ogni anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento