Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Manifestazione, la Cgil Marche: “Buona partecipazione di lavoratori, aziende e studenti”

Il sindacato: “Buona la partecipazione alle cinque manifestazioni provinciali e buona l’adesione nelle Marche allo sciopero generale della Cgil proclamato oggi, nell’ambito della mobilitazione dei sindacati europei”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Buona la partecipazione alle cinque manifestazioni provinciali e buona l’adesione nelle Marche allo sciopero generale della Cgil proclamato oggi, nell’ambito della mobilitazione dei sindacati europei. Alla manifestazione di Ancona che si è svolta per le vie del centro storico hanno preso parte anche gli studenti medi e universitari del Gulliver. Tante le aziende, con relativi striscioni e cartelli, che hanno voluto essere presenti alle manifestazioni.

“I lavoratori delle Marche hanno offerto una significativa prova di partecipazione – dichiara Roberto Ghiselli, segretario generale Cgil Marche -. La mobilitazione è riuscita oltre le aspettative. Questo è il segno di un disagio diffuso che richiese risposte nuove dall’Unione Europea, dal Governo e un  rinnovato impegno anche dalle istituzioni locali”.

Vilma Bontempo, segretaria provinciale Cgil di Ancona, spiega che “oggi i lavoratori sono scesi in piazza per protestare contro le politiche di austerità che in Europa stanno impoverendo e penalizzando il lavoro. Solo ad Ancona, nei primi mesi del 2012, le ore di cassa integrazione corrispondono a 7mila posti di lavoro persi”.

Al comizio conclusivo di Ancona ha partecipato anche Begoña Del Castillo Perez di Comisiones Obreras (Spagna) che, dal palco di piazza Roma, ha illustrato la situazione spagnola riferendo del “grande successo dello sciopero in Spagna che ha bloccato anche il trasporto”. La sindacalista spagnola ha quindi evidenziato che “in Spagna le politiche del Governo hanno creato circa 6milioni di disoccupati che corrispondono ad oltre il 25% della popolazione attiva”.

Ha concluso il comizio, Walter Schiavella, segretario nazionale Fillea Cgil, che ha sottolineato “l’importanza di questa giornata per l’Unione europea le cui politiche stanno solo creando problemi. Occorre dunque un cambiamento radicale. In Italia, il cambiamento è a partire dall’allentamento del Patto di Stabilità e dalla necessità di finanziare un nuovo piano straordinario del territorio”.

Alla manifestazione e allo sciopero della Cgil hanno voluto dare la propria adesione anche gli studenti del Vanvitelli-Stracca-Angelini di Ancona rilanciando, per l’occasione, la giornata nazionale degli studenti in programma sabato.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione, la Cgil Marche: “Buona partecipazione di lavoratori, aziende e studenti”

AnconaToday è in caricamento