Fabriano, Pino Pariano (FPDT): «Pagare per sposarsi in comune? non lo trovo giusto»

E' questa l'idea dell'ex Presidente del Consiglio di Fabriano Pino Pariano, oggi tornato tra i banchi dei consiglieri comunali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Pagare per sposarsi in Comune a Fabriano? Perché, invece, non farlo gratis? Con delibera di Giunta Comunale n° 96 del 14 Luglio 2015 si è stabilito che il costo dell’affitto della Sala Consiliare di palazzo Chiavelli, nei giorni di apertura degli uffici comunali durante la settimana è gratuito. Però, diciamolo, è nei giorni di sabato e domenica che molti sognano di poter celebrare il proprio matrimonio, con la possibilità di invitare amici, parenti, spesso anche da posti lontani. Ed ecco che la cifra in questi casi sale: € 270, 00 per il sabato mattina, € 370,00 per il sabato pomeriggio e domenica mattina.

«In un momento di crisi economica come quello che sta’ attraversando la nostra città - dice Pariano - non trovo giusto far spendere una cifra così alta a chi decide di unirsi in matrimonio. E allora via alla mozione che sottoporrò al Consiglio Comunale con la quale chiedo al sindaco e alla Giunta di rivedere la delibera che fissa i costi d’affitto delle sale comunali per la celebrazione dei matrimoni civili affinché i futuri sposi abbiano concessa la Sala Consiliare di Palazzo Chiavelli gratis durante tutti i giorni della settimana. Sono certo - conclude Pariano - che la mia proposta, per la sua connotazione sociale, avrà il consenso unanime del Consiglio Comunale.

Pino Pariano - Gruppo Consiliare Fabriano Prima di Tutto

Torna su
AnconaToday è in caricamento