Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Meno ambientalisti per il Parco del Conero: «Una beffa»

Il consigliere regionale Bisonni si scaglia contro il voto della commissione Ambiente che ha dato parere favorevole a una pdl che riorganizza il consiglio direttivo

«Una triste giornata». Il consigliere regionale Sandro Bisonni ha definito così la giornata di mercoledì 16 gennaio, data di riunione in commissione ambiente per votare una proposta di legge che riordina il consiglio direttivo del Parco del Conero. Pdl che ha ricevuto parere favorevole a maggioranza (contrario Bisonni, astenuti i 5 Stelle). «Nel consiglio direttivo del Parco gli ambientalisti si riducono di numero - attacca Bisonni - sparisce il rappresentante designato dall'Università e il rappresentante delle Regione non è più designato dall'Assemblea ma dalla Giunta». 

Lo scorso 25 settembre era stato approvato, dalla stessa Commissione, un altro testo. «Che era più equilibrato - fa notare Bisonni - nel nuovo testo infatti i rappresentanti dei Comuni avranno la maggioranza assoluta all'interno del direttivo e questo consentirà loro di scegliere anche il Presidente del Parco che sarà nominato dalla Giunta su proposta del direttivo. Il tutto è dovuto a lotte intestine alla maggioranza e rappresenta la sconfitta della Politica con la P maiuscola. Presenterò degli emendamenti in Aula per tentare di restituire maggiore dignità a quelle categorie che sono state sfrattate e contemporaneamente riequilibrare un direttivo troppo sbilanciato».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno ambientalisti per il Parco del Conero: «Una beffa»

AnconaToday è in caricamento