Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Parco del Conero, i Verdi: «Si esca dall'empasse, Ceriscioli prenda i mano la situazione»

I candidati al Consiglio comunale di Ancona raccolgono le firme da presentare al Governatore. Questa la dichiarazione del Gruppo Verdi Ancona

La situazione riguardante l'Ente Parco del Conero ci preoccupa non poco. Sono cinque mesi di commissariamento e ancora non si vede la fine del tunnel. Un'impasse che potrebbe prorogarsi fino all'anno prossimo, almeno da quanto si apprende dalla stampa.

Per noi il livello di allarme è già oltre misura. Perché in un momento così delicato l'Ente Parco del Conero ha necessariamente bisogno di un rinnovato consiglio direttivo e ancor più di una guida che non sia il commissario che, per ordinaria amministrazione, non interviene nelle scelte e nei progetti strategici che porterebbero sicuro valore aggiunto all'istituzione in questione. Pertanto ci rivolgiamo a gran voce al governatore Ceriscioli. La Regione Marche ha il dovere di sbloccare la situazione in cui è piombato il Parco del Conero. Soprattutto per l’elevato valore scientifico, naturalistico e culturale che rappresenta l'intero territorio, il quale ha bisogno di una struttura istituzionale che ne organizzi le attività di gestione.

I nostri candidati al consiglio comunale di Ancona e tutti i simpatizzanti stanno già aderendo alla sottoscrizione firme messa in piedi dal Pungitopo di Legambiente, convinti della necessità di una immediata via d'uscita da questa situazione di stallo. Il Parco del Conero deve tornare ad essere attivo, propositivo e operativo come lo è sempre stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco del Conero, i Verdi: «Si esca dall'empasse, Ceriscioli prenda i mano la situazione»

AnconaToday è in caricamento