Un parcheggio a nord e l'ampliamento dell'area pedonale in centro: l'idea verde arriva in Consiglio

E’ questa l’idea del gruppo consiliare dei Verdi a firma Michele Polenta e Marcello Miani che, già dal prossimo appuntamento in agenda, approderà in consiglio comunale

Foto di repertorio

Realizzare un parcheggio scambiatore in zona di congiungimento tra l’asse di collegamento alla variante e il lungomare nord, dunque in zona Torrette e Collemarino e ampliare la Zona a traffico limitato (ZTL) di piazza del Papa fino a via dell’Appannaggio (tra piazza Kennedy e il teatro delle Muse, concordando con l’Autorità Portuale la gestione della viabilità in entrata e uscita dal porto degli oltre 2.500 dipendenti e operatori portuali. E’ questa l’idea del gruppo consiliare dei Verdi a firma Michele Polenta e Marcello Miani che, già dal prossimo appuntamento in agenda, approderà in consiglio comunale senza passare dalla Commissione. Un’idea che vuole dare una risposta più forte al problema delle polveri sottili incentivando sempre di più il trasporto pubblico già collegato ai parcheggi scambiatori degli Archi e del cimitero di Tavernelle. Il progetto politico prevede uno studio sui flussi degli veicoli, per trovare soluzioni ai pendolari che si concentrano maggiormente nella zona della stazione ferroviaria, ospedale regionale, polo universitario di Monte D’Ago, area Regione Marche, porto e centro città. 

Se il consiglio comunale dovesse approvare la mozione del partito dei Verdi si andrebbero anche a rivedere le tariffe dei parcheggi limitrofi, aumentando la sosta veloce, mentre ci si imbatterebbe nel segnale che impone lo stop alle auto subito dopo piazza Keddedy arrivando da via 29 settembre, dalla quale si potrebbe risalire corso Stamira, ma senza poter andare dritto. Dunque una cintura intorno a tutto il quartiere Guasco, che diventerebbe off limits. Dunque se il consiglio darà l'ok si partirà con la realizzazione delle limitazioni alla viabilità in maniera progressiva con sperimentazioni insieme al completamento delle future grandi opere. Infatti la nuova viabilità sarebbe in linea con il Piano Strategico della città di Ancona 2025, realizzato dalla giunta Mancinelli in sinergia con varie realtà quali l’Università Politecnica delle Marche e la Camera di Commercio,

«È una visione complessiva di come vorremmo la mobilità ad Ancona - ha spiegato il consigliere Polenta - con un maggiore utilizzo dei parcheggi scambiatori e un graduale aumento delle zone ZTL, creando un centro città privo di macchine e di sosta selvaggia, penalizzando il costo della sosta in maniera progressiva man mano che ci si avvicina al centro a favore di tariffe estremamente basse e comprensive di biglietto del bus dai parcheggi scambiatori degli archi e del futuro parcheggio del Verocchio, sino a arrivare in un futuro prossimo, ad intercettare il traffico proveniente da nord in un nuovo parcheggio a nord. Si può fare con un trasporto pubblico più efficiente e con servizi  dedicate point to point su corsie preferenziali e tassativamente con mezzi elettrici. La sfida è quella di incentivare al massimo la mobilità ciclabile elettrica e pedonale costruendo le infrastrutture di collegamento tra i punti nevralgici della città, soprattutto a servizio del  pendolarismo. Siamo sicuri che tutto questo porterà un enorme miglioramento anche della qualità dell'aria con un consistente abbattimento delle polveri sottili». 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento