rotate-mobile
Politica

Decoro urbano, 60100: “Pannelli bilingue? Li abbiamo già pronti dal 2012”

“Pronti quelli per Piazza San Francesco. Non sono stati installati perché avremmo dovuto pagare quotidianamente l'occupazione del suolo pubblico, ma sono a costo zero per i cittadini perché sponsorizzati da esercizi privati”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Fa piacere osservare come finalmente anche l'Amministrazione Mancinelli sia arrivata ad ipotizzare interventi sul Decoro Urbano del Centro Storico che da troppo tempo ormai versa in condizioni poco degne di un Capoluogo di Regione; piace anche notare come vi è stata la "condivisione" di un'idea che noi già avevamo lanciato nel "lontano" Ottobre 2012 in un articolo, scritto dal vice-presidente di 60100 Ancona Davide Barigelli, presente nel nostro giornalino che parlava proprio di Qualità Urbana e Turismo, dove appunto ipotizzavamo l'idea dei pannelli da mettere nel Centro Storico. La proposta poi è diventata parte anche del nostro programma elettorale, siamo quindi felici che una nostra idea, passata anche dalla condivisione con il territorio nello stile di "60100 Ancona", possa finalmente essere realizzata in tempi rapidi.

Facciamo presente al Sindaco, con cui notiamo sempre più sia possibile dialogare solo tramite Comunicati Stampa, che, se serve, noi il prototipo dei pannelli per Piazza San Francesco lo abbiamo già pronto con annessa foto, descrizione e traduzione italiano/inglese; purtroppo non lo abbiamo installato davanti ai cassonetti della piazza solamente perché avremmo dovuto pagare quotidianamente l'occupazione del suolo pubblico, ma teniamo a far presente che non avremmo sostenuto alcuna spesa per la produzione del pannello stesso, perché avevamo trovato esercizi privati disponibili a pagare il costo dell'intera operazione.

Sarebbe bello che anche l'Amministrazione Mancinelli, in tempo di ristrettezze economiche e di difficoltà nel bilancio comunale, si aprisse al coinvolgimento del privato per la valorizzazione della città, evitando di intervenire con soldi pubblici, che possono essere utilizzati per altri lavori o meglio ancora per ridurre le tasse agli esercizi commerciali intenzionati ad investire nel centro città al fine di attuare il tanto atteso "centro commerciale naturale" che potrebbe rivitalizzare il centro storico di Ancona e rilanciarlo in chiave turistica.

Infondo basterebbe crederci, ma forse il problema è tutto qui..."

Articolo Decoro Urbano Ottobre 2012-2

Stefano Tombolini
60100 Ancona

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decoro urbano, 60100: “Pannelli bilingue? Li abbiamo già pronti dal 2012”

AnconaToday è in caricamento