rotate-mobile
Politica

Giornata mondiale del donatore, Palazzo delle Marche illuminato il 14 giugno

“Si tratta di un’occasione importante e speciale per ricordare il valore della donazione del sangue” spiega il Presidente del Consiglio Regionale delle Marche Dino Latini

Sarà una luce speciale quella che investirà il Palazzo delle Marche il prossimo 14 giugno, illuminato per la Giornata mondiale del Donatore. “Una occasione - spiega il Presidente del Consiglio Regionale delle Marche Dino Latini – per ricordare l’importanza e la necessità della donazione del sangue. La nostra regione dopo essere stata per anni all’apice, con la pandemia ha conosciuto una contrazione di donazioni molto preoccupante che si riflette sull’assistenza sanitaria e sulla programmazione degli interventi”. Occorre, quindi, per il Presidente del Consiglio regionale delle Marche “favorire una maggiore consapevolezza sulla necessità di donare il sangue”.

Non solo, secondo Latini “serve programmare una maggiore dotazione di personale e di impegni da parte dei medici, una loro specializzazione in materia e dare personalità giuridica all’organismo coordinatore a livello operativo regionale. Questo perché pensiamo che la donazione del sangue sia come l’acqua che riteniamo inesauribile ma purtroppo non è così. Dipende da noi, dalla nostra volontà solidaristica e dall’impegno organizzativo del mondo sanitario. Ricordarlo – termina  Latini – in occasione della Giornata mondiale del donatore è un atto dovuto e sentito”.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale del donatore, Palazzo delle Marche illuminato il 14 giugno

AnconaToday è in caricamento