Nuovo palascherma e ponte San Carlo, il Comune: «Ci siamo»

Il commento del sindaco di Jesi Massimo Bacci

Ponte San Carlo a Jesi

JESI - «Due decisioni importanti, quelle assunte nel corso dall’ultima Giunta regionale». Questo il commento del sindaco Massimo Bacci che continua: «Parto con i 2 milioni stanziati per il nuovo palascherma, perché credo che questa nuova infrastruttura sportiva - che sorgerà nella zona del palasport - rappresenterà un modello innovativo a livello nazionale. Si sommano agli 1,8 milioni assegnati dal Coni per fare di Jesi un moderno centro federale del fioretto. Completerà il finanziamento dell’opera la somma che la Provincia di Ancona girerà al Comune quale corrispettivo per l’acquisto dell’attuale palascherma che sarà destinato a palestra per attività scolastiche. In tal senso un accordo di massima è già stato raggiunto con il presidente Luigi Cerioni a cui va una sincera riconoscenza».

«È un’operazione - continua - che abbiamo portato avanti, d’intesa con il Club Scherma Jesi e la Federazione della Scherma, con più interventi: da un lato con il presidente del Coni Giovanni Malagò che ringraziamo per la straordinaria disponibilità ed attenzione dimostrate, dall’altra con il presidente della Regione Luca Ceriscioli, anche in considerazione della delega allo sport che ha ritenuto riservare a se stesso. Entrambi hanno riconosciuto quello che Jesi ha dato alla scherma nazionale ed entrambi hanno condiviso un percorso che permetterà alla nostra città di identificarsi sempre di più con questa disciplina sportiva che ha regalato tante soddisfazioni all’Italia intera. Gli ulteriori 500 mila euro per il ponte San Carlo - aggiunge il sindaco - che fanno sì di portare il contributo regionale a 4 milioni, credo siano la giusta integrazione per un intervento che l’Assemblea Legislativa delle Marche ha ritenuto assolutamente indispensabile. Preso atto delle dichiarazioni in aula e del voto contrario del vicepresidente e assessore ai lavori pubblici Anna Casini, ho avuto modo di confrontarmi con il presidente Ceriscioli condividendo quantomeno una integrazione che permetterà la realizzazione dell’opera, anche grazie alla disponibilità della Provincia di Ancona, in particolare del suo presidente, di sostenere parte dei costi e alle risorse che metterà il Comune con fondi del proprio bilancio. A tal fine ringrazio il gruppo regionale Uniti per le Marche che ha proposto la mozione a favore del ponte San Carlo, i consiglieri regionali che l’hanno convintamente votata, così come il consigliere comunale Sandro Angeletti, da cui ha preso le mosse questa ulteriore positiva iniziativa».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • La mascherina è un optional, blitz dei carabinieri tra la movida: raffica di multe

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento