Politica

Consorzio Teatri: bufera sulla nomina di Nicolini, l’opposizione insorge

La presidente esponente della lista civica del Sindaco e collega di studio legale. I consiglieri di opposizione: "Dopo il metodo Cencelli inaugurato in Ancona il… metodo Marchese del Grillo!"

Ha infiammato le polemiche politiche la nomina dell’avvocato Gabriella Nicolini a presidente della neoistituita società consortile Marche Teatro – non per questioni di merito personale, ma di metodo politico. L’avvocato Nicolini, infatti, oltre ad essere esponente della lista civica del sindaco Mancinelli Ancona 2020 è collega del primo cittadino nello studio legale Stecconi.

La nomina, che rientra nelle prerogative del sindaco, non è andata giù alle forze di opposizione (Movimenti Civici, La Tua Ancona,  Sessantacento, Forza Italia  NCD), che hanno tuonato: “Altra lezione di democrazia e partecipazione popolare della Sindaca Mancinelli. In  Consiglio comunale,  l'emendamento che proponeva chiarezza sulle nomine nello Statuto del Consorzio Teatri, è stato respinto dalla maggioranza , su richiesta della Sindaca. Ora si spiega il motivo .Vuole occupare tutto il campo: di maggioranza e minoranza. Basta guardare le nomine di oggi ,scelte come da programma elettorale seguendo il metodo della partecipazione democratica (?!)e non l'odiato metodo Cencelli , ovvero spartizione delle cariche secondo logiche di partito.  E così la Sindaca,in evidente contrasto con i suoi alleati del PD, ma, soprattutto, in aperta violazione dell'art. 5  comma 11 dello Statuto del Comune di Ancona ,che prevede che uno dei Consiglieri in seno alle partecipate debba essere indicato  al Consiglio dalla minoranza, ha reso noti i nomi del CdA del Consorzio: per conto del Comune l'assessore Marasca e l'avv. Gabriella Nicolini, sua collega di studio, che si è distinta nelle elezioni per Ancona 2020, conquistando 29 voti, in lizza per la Presidenza , oltre al vice sindaco di Polverigi , di Franco Petrucci , in rappresentanza dei palchettisti , in un primo momento esclusi nello Statuto e per i quali avevamo presentato un emendamento ed il notaio Bucci, Commissario per il TSM.”  

La memoria corre alla precedente carica sempre “pescata” tra le fila di Ancona 2020, come non mancano di notare le stesse opposizioni: “E così Ancona 2020 ,la Lista della Sindaca ,dopo il primo colpo messo a segno con la Presidenza dell'EDMA ,assegnata  alla candidata  Ancona 2020 Chiara Sciascia, 42 voti , nuora del Notaio Bucci , tenta la doppietta o meglio sarebbe  dire la tripletta.  Altro che Commissione sul controllo di gestione! Tra un po’ al Comune di Ancona ci vorrà un Commissario ad acta... per le nomine del Sindaco!    Dopo il metodo Cencelli inaugurato in Ancona il… metodo Marchese del Grillo!”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio Teatri: bufera sulla nomina di Nicolini, l’opposizione insorge

AnconaToday è in caricamento