Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Nozze gay ad Ancona, via libera della Commissione e il Pd si divide

Nella stessa Commissione Pari Opportunità é stata anche approvata la mozione sull'istituzione di dune registro dei testamenti biologici, che adesso dovrà essere calendarizzato e discusso in sede di consiglio comunale

Due uomini si baciano davanti alle telecamere

Più di due ore di accesa discussione ma alla fine sono passate in Commissione Pari Opportunità due mozioni sui diritti civili proposte dai consiglieri comunali Sel, Francesco Rubini e Stefano Crispiani. La prima riguarda la trascrizione dei matrimoni contratti all'estero tra persone dello stesso sesso, la seconda l'istituzione del Registro del testamento biologico.

Nella trascrizione dei matrimoni contratti all'estero tra persone dello stesso sesso, si chiede al Sindaco ad emanare una apposita direttiva con la quale dispone che il "servizio anagrafe, stato civile ed elettorale del Comune di Ancona" di trascrivere nell’archivio, su richiesta degli interessati, gli atti attestanti la celebrazione di matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso sesso.  Pd spaccato in merito. Favorevole insieme a Rubini (SEL) e Diomedi (M5S) anche Mandarano (PD) mentre Mazzeo (PD) e Morbidoni (PD) hanno votato "no". Contrario anche D'angelo ( La tua Ancona). La partita finisce 3 us 3 ma l'astensione di Tripoli (PD) garantisce il lasciapassare. Entrambe le mozioni approvate dovranno essere discusse e  votate in Consiglio comunale. 

Per quanto riguarda il registro dei testamenti biologici da conservare presso gli uffici comunali, è lo strumento attraverso il quale ogni cittadino ha la facoltà di dichiarare a quali trattamenti sanitari intende o non intende essere sottoposto nel caso venga a trovarsi in una situazione di incoscienza e di stato vegetativo permanente. Hanno votato a favore: Rubini (SEL), Diomedi (M5S), Mazzeo (PD), Morbidoni (PD), Tripoli (PD), mentre si sono astenuti D'angelo (La tua Ancona) e Mandarano(PD).

Dopo il via libera in commissione, ora la palla passa al consiglio comunale dove queste due tematiche dovranno essere calendarizzate e discusse da tutte el eforze politiche della città prima di un eventuale votazione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nozze gay ad Ancona, via libera della Commissione e il Pd si divide

AnconaToday è in caricamento