Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica Porto

“Museo del Mare”: gli assessori al Porto e alla Cultura fanno il punto sulle possibili location

Si è riunita oggi a Palazzo del Popolo la Commissione unificata sul tema "Museo del Mare", ospiti i promotori dell'iniziativa, i quali hanno illustrato il progetto e le loro esigenze in tema di localizzazione del museo

Si è riunita oggi a Palazzo del Popolo  la Commissione unificata sul tema “Museo del Mare”, ospiti i promotori dell’iniziativa, i quali hanno illustrato il progetto e  le loro esigenze in tema di localizzazione del museo.   Gli assessori Ida Simonella (Porto- Piano Strategico ) e Paolo Marasca (Cultura e Turismo) hanno fatto il punto sullo stato dell’arte di alcune possibili location.  

L’assessore Simonella ha sottolineato che “gli edifici attorno alla casa del Capitano, individuati inizialmente come possibile sito del nucleo di partenza  del museo, rientrano nel più ampio progetto di riqualificazione e valorizzazione in chiave turistica dell’intera area, strettamente complementare ad Ancona Open e alla fruizione in chiave crocieristica del porto traianeo”.  Alcuni punti fermi a tale riguardo sono “l'abbattimento di tali edifici per valorizzare meglio gli scavi e il trasferimento dell’Istituto Nautico nella sede centrale di Torrette, per progettare nuove soluzioni”.   Ha inoltre precisato che  “alla proposta di riqualificazione dell’intera area si sta lavorando, in collaborazione  con la Regione Marche, coerentemente alla costruzione di un progetto integrato che abbia accesso a  quel 5% di risorse che il POR regionale destina alle agende urbane. Altre location nell’area portuale possono essere prese in considerazione, in seguito ad opportune valutazioni da effettuare con l’Autorità Portale, di cui l’Amministrazione ha verificato apertura e  disponibilità.”

L’assessore Paolo Marasca, da parte sua  ha ribadito che “qualunque nuova iniziativa museale, tanto una collezione di partenza, quanto un museo strutturato, non possa prescindere da un attento piano di gestione che ne certifichi la sostenibilità nel tempo, oltreché da un approccio dinamico e multidisciplinare.  Gli amministratori si sono salutati con i presenti dando  piena disponibilità a valutare insieme ai promotori tutte le possibili alternative di localizzazione.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Museo del Mare”: gli assessori al Porto e alla Cultura fanno il punto sulle possibili location

AnconaToday è in caricamento