M5S: “Piano Strategico: idea fuori tempo massimo e a spese dei cittadini”

Quattrini: “Lavoro fatto anche da noi, ma prima delle elezioni. Il PD non ha alcuna idea su come sviluppare la città e lo chiede a dei professionisti di Torino, pagandoli con i soldi nostri”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“Come ho detto ieri nella commissione consiliare di presentazione della metodologia per il piano strategico della città, tecnicamente il lavoro di analisi dei punti di forza e debolezza di Ancona emersi dalle interviste ai cittadini e agli operatori economici, è stata fatta bene dai consulenti incaricati dal Sindaco.

Dico che è stato fatto un buon lavoro perchè prima delle elezioni comunali del 2013, come MoVimento  5 Stelle avevamo fatto un lavoro simile che aveva dato a grandi linee gli stessi risultati. Però poi avevamo anche stilato un programma per dare delle soluzioni a questi problemi, confrontandoci ancora con i cittadini in incontri pubblici, proprio come faranno i consulenti del Sindaco.

E' ridicolo che il Pd, dopo 15 mesi che ha vinto le elezioni, metta in piedi uno studio che durerà un anno per un piano strategico per lo sviluppo della città, dando consulenze esterne con i soldi dei cittadini: avrebbero dovuto studiarselo prima, con i soldi del partito, e poi sottoporlo al voto degli elettori.
Ciò deve far riflettere quelli che hanno votato Pd, perché forse si stanno accorgendo che hanno votato un partito che non ha alcuna idea su come sviluppare la città e lo chiede a dei professionisti di Torino, pagandoli con i soldi nostri.

Che fine ha fatto quel programma depositato e poi votato come atto per gli indirizzi di governo? Evidentemente era solo fumo negli occhi, oppure questa consulenza è il solito modo per sprecare soldi pubblici ... tanto paghiamo noi cittadini!”

Torna su
AnconaToday è in caricamento