Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Salute mentale, passa la mozione in consiglio comunale: «Dateci più operatori sul territorio»

La mozione del Pd, con prima firmataria la consigliera Silvia Valenza, impegna il Comune a sollecitare la Regione e l'Asur su diverse tematiche relative alla salute mentale ad Ancona

Foto di repertorio

È stata approvata ieri in Consiglio Comunale la mozione “Situazione dei servizi nel Settore della Salute mentale nel territorio di Ancona”, che vede la consigliera Silvia Valenza prima firmataria. Il provvedimento è stato ritenuto necessario perché, come evidenziato dal “Rapporto salute mentale” del 2017 del Ministero della salute, la Regione Marche è tra le regioni italiane con il numero più basso di operatori attivi nei Dipartimenti di salute mentale.

La mozione

Il testo approvato (proposto da Silvia Valenza, Mirella Giangiacomi, Susanna Dini, Federica Fiordelmondo, Mario Barca, Sandra Gambini, Massimo Fazzini, Matteo Vichi e Jessica Amicucci), impegna la Giunta a sollecitare la Regione Marche su tre obiettivi: riorganizzare i Distretti sanitari e degli Ambiti Territoriali Sociali , migliorare l' accesso ai servizi territoriali, promuovere e tutelare la salute mentale nel territorio, potenziare il Sistema Integrato dei Servizi per le Dipendenze Patologiche. Vengono sollecitate anche Regione e Asur a garantire al Centro di Salute Mentale di Ancona "un numero adeguato di operatori, al momento attuale gravemente insufficiente, necessario per il potenziamento delle azioni di tutela della Salute Mentale e a farsi parte attiva nella tutela della salute pubblica a livello locale, in particolare per i temi delle  sofferenze mentali". La mozione impegna infine Regione e Asur a promuovere "ulteriori azioni per dare valore sociale e culturale alle associazioni di volontariato territoriali che operano nell’ambito della salute mentale".

«Malgrado un numero di operatori inferiore alle medie nazionali, i servizi di salute mentale del territorio si confrontano, da anni, con un generale aumento delle richieste di cure che si sta ulteriormente acuendo a causa delle difficoltà causate dalla pandemia e delle sue conseguenze socio-economiche - scrive la consigliera PD, Susanna Dini- la mozione, presentata dal gruppo del Partito democratico, ha trovato il favore e la sottoscrizione di tutti i consiglieri di maggioranza, che hanno ritenuto opportuno presentare un documento che sollecitasse la Giunta Regionale a dare piena attuazione al Piano Socio Sanitario Regionale 2020-2022, e in particolare a garantire che il Centro di Salute Mentale di Ancona disponga di un numero adeguato di operatori». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute mentale, passa la mozione in consiglio comunale: «Dateci più operatori sul territorio»

AnconaToday è in caricamento