Politica

Una mozione per dire no al muro: «Rfi pensi a misure alternative»

"Quando il rischio è quello di devastare un territorio, bisogna mettere in campo soluzioni radicali"

Approvata ieri in Consiglio comunale una mozione della maggioranza per dire un “no” netto alla installazione delle barriere fonoassorbenti lungo la via Flaminia. I firmatari sono in primis Federica Fiordelmondo (Pd), poi Michele Fanesi (Pd), Massimo Fazzini (Ancora per Ancona) e Tommaso Sanna (Ancona Popolare). 

"Chi rappresenta i cittadini su questo tema deve essere chiaro e deciso: qualsiasi tipologia di barriera che separi la città dal mare ferirebbe a morte il nostro territorio, compromettendo gravemente l'ambiente, l'economia e la qualità delle nostre vite - ha detto Federica Fiordelmondo, Presidente Commissione Lavori Pubblici - Il mare per noi è un elemento vitale ed è parte integrante della città. Pertanto, riteniamo questa misura assolutamente sproporzionata rispetto all'obiettivo, seppure legittimo, che si pone e pensiamo occorra fermarsi subito. Con la mozione chiediamo quindi a RFI di tentare di attuare le misure alternative per il contrasto all'inquinamento acustico previste dalla stessa normativa di settore. Non solo. Se ciò non bastasse ad evitare le barriere, chiediamo al Governo di modificare urgentemente il D.M. Ambiente del 29 novembre 2000 in modo da prevedere nuove modalità di determinazione dell'impatto acustico e nuove modalità di applicazione dei valori limite di immissione, sempre e comunque rispettando gli standard europei, che sembrano essere più flessibili rispetto a quelli nazionali. Quando il rischio è quello di devastare un territorio, bisogna mettere in campo soluzioni radicali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mozione per dire no al muro: «Rfi pensi a misure alternative»

AnconaToday è in caricamento