Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Centraline per l'inquinamento, passa la mozione dei Verdi: bocciata quella M5S

Approvata la mozione sulle centraline per l'inquinamento dei Verdi e bocciata quella del Movimento 5 Stelle. Tutto tra le polemiche visto che i Verdi hanno accusato i grillini di aver "mimato" la loro proposta

La sede del consiglio comunale

Una mozione che impegna il sindaco Mancinelli e la Giunta ad avviare un tavolo di confronto con la Regione Marche per la riattivazione delle centraline di monitoraggio della qualità dell’aria ad Ancona. Approvata quella dei Verdi e bocciata quella del Movimento 5 Stelle. Tra le polemiche, visto che i Verdi hanno accusato i grillini di aver “mimato” la loro proposta. Il 2 febbraio scorso avevamo presentato una mozione che impegnava sindaco e giunta ad avviare un tavolo di confronto con la Regione Marche - fanno sapere i verdi - E il M5S che fà? Ce la mima nel consiglio comunale di venerdì con un OdG aggiuntivo, copiando richieste già avanzate o accolte in precedenza dal Consiglio stesso ed aggiungendo nuove richieste impresentabili ma ad effetto scena».

Ma in realtà la proposta dei grillini dorici aveva qualcosa in più. Lo ha spiegato il consigliere pentastellato Francesco Prosperi: «Anche noi abbiamo chiesto un confronto con la Regione. Ma visto che solo a gennaio ci sono già stati 6 sforamenti dei livelli di guardia rilevati alla centralina della Cittadella e ce ne possiamo permettere massimo 35 all’anno, abbiamo aggiunto una richuesta: se la Regione non ci avesse risposto, avremmo chiesto l’intervento e il coinvolgimento dell’Autorità Portuale e, in ultima battuta, ce le saremmo comprate noi». «E’ demagogia - ha detto il consigliere Polenta - Per legge, sono questioni in capo alla Regione. Ma poi anche si potessero comprare come si può proporre al Comune di fare un investimento di 120mila euro a per ogni centralina? Mi pare una cosa populista. E’ chiaro che ragionano da partito che non governa». Dunque una versione, quella del M5S, che non avrebbe mai convinto i consiglieri Verdi Michele Polenta e Marcello Milani, che infatti hanno risposto “No grazie” alla precedente richiesta del M5S di presentare la proposta insieme. Non un problema per i grillini che comunque avevano bollato l'idea dei Verdi come troppo "debole". «E’ necessario che oltre a quella di Cittadella, che è una centralina di fondo urbano e quindi rileva i livelli di inquinamento generale ad Ancona, ci siano anche centraline di traffico che analizzino la situazione in zone precise della città così da rispondere immediatamente ad eventuali sforamenti - ha proseguito Prosperi - L’idea dei Verdi non ci è sembrata soddisfacente, mentre i dati ci dicono che ci sono persone che si ammalano per inquinamento. E poi se l'avessimo copiata, perché il Pd avrebbe votato la loro e non la nostra?». 

E su questo i grillini hanno qualcosa da ridire. Secondo loro, a Jesi se le sarebbero comprate. «A me non risulta, comunque verificheremo anche questo» ha detto Polenta. Alla fine l’obiettivo del M5S è e resta dotarsi di centraline di traffico. Ma il consiglio ha approvato l’idea dei Verdi per cui non basterà chiedere un confronto alla Regione. «Pretendiamo che la Giunta ottenga la riattivazione di tutte e 5 le centraline doriche» ha ribadito Polenta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centraline per l'inquinamento, passa la mozione dei Verdi: bocciata quella M5S

AnconaToday è in caricamento