rotate-mobile
Politica

Rischio educativo e tutela dei minori, il consigliere Ciccioli incontra Don Fortunato di Noto

Il consigliere regionale ha incontrato Don Fortunato al parco Belvedere per trattare il tema in una sorta di tavola rotonda

ANCONA – «Un incontro che ha arricchito i numerosi presenti con testimonianza dirette sul tema del rischio educativo e della tutela dei minori. Don Fortunato Di Noto ha ripercorso l’attività dell’Associazione Meter Onlus da 30 anni impegnata per tutelare le nostre giovani generazioni».

Questo il commento di Carlo Ciccioli, componente della IV Commissione regionale permanente Sanità e i Servizi Sociali, in merito all’incontro di ieri sera che si è tenuto al Parco Belvedere di Posatora di Ancona. Presente il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, che nella mattinata di ieri ha accolto Don Fortunato a margine della seduta del Consiglio regionale.

«Una serata molto partecipata, con una platea molto attenta rispetto ai vari interventi che si sono succeduti. A partire da quello di Don Fortunato Di Noto il quale ha posto l’accento sui pericoli derivanti da un abuso nell’utilizzo dei social network e delle nuove tecnologie, dietro i quali i nostri giovani possono essere prede di gente senza scrupoli. Nel corso del mio intervento, invece, ho raccontato alcune esperienze concrete che ho affrontato durante la mia esperienza da psichiatra. Famiglie che, all’improvviso si sono trovate di fronte a cambiamenti radicali della personalità dei propri figli, improvvisi scatti di rabbia, reazioni violente non provocate. Di esempi legati a bande di giovanissimi che si comportano come violenti teppisti, ne sono piene purtroppo le pagine dei giornali. Il nostro tempo è caratterizzato da accelerazione e superficialità senza alcuna riflessione, i ragazzini diventano emancipati prestissimo, hanno accesso a tecnologie e potenzialità superiori alla loro maturazione e alla loro capacità critica. I riferimenti educativi (genitori, famiglie, insegnanti, parrocchie, società sportive) si sono indeboliti rispetto alle esigenze e alla necessità d’ascolto. Gli unici formatori sono i pari e la giungla della rete. È un’esposizione pericolosa, senza preparazione sufficiente e protezione».

L’incontro di ieri sera è proseguito con gli interventi dell’insegnante Marco Ausili, consigliere regionale, che ha proposto agli intervenuti l’attività all’interno delle scuole riguardo alla realtà virtuale: «L’approvazione della Legge regionale per l’istituzione della psicologia scolastica rappresenta un segno dell’attenzione della politica regionale verso questa problematica». Infine, il garante per i diritti della Regione Marche Giancarlo Giulianelli, ha posto l’accento come si debba fare il possibile per non lasciare i minori in balia delle nuove tecnologie che spesso, troppo spesso, se non ben utilizzate, possono alimentari comportamenti devianti che sfociano in dipendenze e, nei peggiori dei casi, nel rischio di finire nella terribile rete della pedofilia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio educativo e tutela dei minori, il consigliere Ciccioli incontra Don Fortunato di Noto

AnconaToday è in caricamento