Politica

Migranti, Lega Marche: «No alla sanatoria, ma voucher per lavori agricoli e turismo»

Lo dichiarano il senatore della Lega e segretario Lega Marche Paolo Arrigoni, i deputati marchigiani della Lega Giorgia Latini, Tullio Patassini, Luca Paolini e il senatore della Lega Giuliano Pazzaglini

foto di repertorio

ANCONA - «La maxisanatoria per immigrati irregolari è una follia pura, un tentativo di distrazione del governo dai problemi reali di imprese e famiglie. Procedere alla regolarizzazione di centinaia di migliaia di abusivi, spalancare le porte, in un momento di profonda crisi ed emergenza sanitaria, all’immigrazione senza regole è un crimine contro il Paese. La Lega è pronta a scendere in piazza e a fare sentire la protesta, in nome di milioni di italiani, in aula, come avvenuto oggi alla Camera». Lo dichiarano il senatore della Lega e segretario Lega Marche Paolo Arrigoni, i deputati marchigiani della Lega Giorgia Latini, Tullio Patassini, Luca Paolini e il senatore della Lega Giuliano Pazzaglini.

«Abbiamo interi sistemi produttivi che annaspano, chiedono liquidità e strumenti per reclutare, in vista delle riaperture e della ripresa delle attività, anche nuova manodopera, ad esempio gli stagionali nel turismo e nell’agricoltura. Invece di imbarcare nuovi poveri e disperati, i cui arrivi sono aumentati, in piena emergenza Covid, del 400%  proponiamo la  reintroduzione dei voucher e il ricorso ai percettori del reddito di cittadinanza: la Lega è pronta a collaborare con proposte serie, ma non accetta sanatorie discriminanti per gli italiani».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Lega Marche: «No alla sanatoria, ma voucher per lavori agricoli e turismo»

AnconaToday è in caricamento