Politica Centro storico / Corso Giuseppe Garibaldi

Ex Metro: un centro polivalente entro 18 mesi, ecco il progetto

A breve l'amministrazione procederà con l'avvio dei lavori per il recupero dell'ex Motropolitan, nel cuore di Ancona. Se tutto procede come dovrebbe, tra un anno e mezzo avremo un nuovo centro commerciale e culturale

Si è tenuta stamattina un incontro in cui sono stati presenti il sindaco Fiorello Gramillano, l’assessore all’urbanistica Eliana Maiolini, l’assessore all’urbanistica Gianni Giaccaglia, la proprietà della struttura con un rappresentante della “Metropolitan Building” e l’autore del progetto architetto Pasquale Piscitelli.

Finalmente ci siamo, c’è un progetto che è stato firmato dal dott. Giorgio Cozzolino della Sovrintendenza per i beni architettonici. Dopo anni di attese e di interlocuzioni tra Comune di Ancona, proprietà e Sovrintendenza, sono state definite le modalità di intervento, che a dire del sindaco Gramillano, sono le stesse già prevista dal Consiglio Comunale del 2008: si prevede l’eliminazione totale della sala pubblica, di cui non vi è più nessuna necessità.

Si procederà dunque a breve al primo passo che è quello della messa in sicurezza della struttura, ma non si pensi che l’obiettivo sia solo quello di ristrutturare il minimo indispensabile e la Maiolini è stata chiara nel dire: “La notizia è la messa in sicurezza di una ferita della città, ma non solo messa in sicurezza, questo progetto è il primo passo per un nuovo Metropolitan”. L’elemento che ha portato al superamento dei vincoli precedentemente imposti, come ha spiegato l’architetto Piscitelli, è stato riuscire a superare il vincolo della destinazione d’uso.

Ma cosa si prevede per il futuro di questa struttura? L’aspetto architettonico delle facciate resterà lo stesso e non subirà rilevanti modifiche; si prevede l’avvio di numerose attività commerciali che, in uno spazio totale di quasi 7.000 metri quadrati, andranno ad occupare all’incirca più di due piani di spazio; una parte di circa 500 metri quadri sarà dedicata a finalità culturali ancora da definire; saranno anche presenti appartamenti privati; infine 1.800 metri quadrati saranno occupati da parcheggi auto (circa 40 o 50 al massimo) ai quali sarà possibile accedere tramite un montacarichi, passando per Corso Mazzini. L’intero complesso sarà accessibile sia da Corso Mazzini, sia da Corso Garibaldi, mentre in via Castelfidardo ci saranno 12 ingressi tramite archi, dove verranno posizionate le vetrine dei negozi.

Una nuova struttura in pieno centro storico di Ancona con una doppia valenza: da una parte polo commerciale, dall’altra ritrovo culturale. Il tutto, se i lavori non dovessero avere rallentamenti, in meno di un anno e mezzo. Unica preoccupazione sono ancora una volta la bancarelle di Corso Mazzini, che dovranno inevitabilmente spostarsi perché altrimenti non vi sarebbe nemmeno il posto per il cantiere.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Metro: un centro polivalente entro 18 mesi, ecco il progetto

AnconaToday è in caricamento