Piscina delle Saline, cade l’accusa di corruzione per il sindaco Mangialardi

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi commenta l’archiviazione disposta dal giudice in merito all’accusa di corruzione

Maurizio Mangialardi

SENIGALLIA – «Non voglio parlare di sospiro di sollievo perché non ho mai avuto neanche un dubbio sul fatto che l’accusa nei miei confronti di un simile reato, di cui non riesco neppure a pronunciare il nome tanto mi è estraneo, potesse essere presa sul serio dalla magistratura. Sono stato sempre sicuro di aver lavorato non solo con correttezza, ma anche e soprattutto nel pieno interesse della città e degli utenti della piscina, al fine di garantire la qualità e la continuità del servizio, come del resto è dimostrato chiaramente dai risultati». Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi commenta l’archiviazione disposta dal giudice in merito all’accusa di corruzione riguardante l’affidamento della gestione della piscina delle Saline dato dal Comune di Senigallia alla Uisp.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Mi dicono che dovrei essere contento – aggiunge Mangialardi – ma in realtà sono piuttosto rammaricato. Anzitutto del fatto che ancora una volta si sono sperperati soldi pubblici facendo politica non con proposte concrete, ma attraverso il continuo ricorso a denunce ed esposti; una modo di fare che in questo caso, peraltro, è stato sostenuto anche dalla Lega, la quale attraverso ben due interrogazioni parlamentari al ministro della Giustizia ha chiesto che venisse accelerato il procedimento, convinta di scoprire chissà che cosa. Ovviamente dispiace anche perché la vicenda rappresenta l’ennesimo strascico dovuto alla tragedia dell’alluvione. E fa molto male vedere come il tentativo di dare risposte immediate ai cittadini in termini di garanzia dei servizi possa in un attimo trasformarsi in un’accusa di corruzione che rischia di minare non solo la reputazione, non solo la vita pubblica, ma anche la salute di una persona. Da parte mia di una cosa sono certo, mai e poi mai, neanche di fronte al mio più acerrimo rivale, sarei capace di ricorrere a simili mezzucci. Spero che di questa lezione si faccia tesoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento