Politica

Sanità regionale, ecco i nuovi direttori. Acquaroli: «La squadra attuerà il nuovo Piano socio sanitario»

I vertici sono stati presentati a Palazzo Raffaello dal governatore Acquaroli e dall'assessore alla Sanità

ANCONA- Sono stati presentati questa mattina a Palazzo Raffaello dal governatore della Regione Francesco Acquaroli e dall’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, i nuovi Direttori delle Aziende Sanitarie delle Marche, del Dipartimento Salute e dell’ARS. Si tratta del direttore del Dipartimento Salute Antonio Draisci, del direttore dell'ARS Flavia Carle, del direttore generale della AST Pesaro Urbino Nadia Storti, del direttore generale della AST Ancona Gianni Stroppa, del direttore generale della AST Macerata Daniela Corsi, del direttore generale della AST Fermo Gilberto Gentili, del direttore generale della AST Ascoli Piceno Nicoletta Natalini, del direttore generale dell’AOU delle Marche Armando Marco Gozzini e del direttore generale dell’Inrca Maria Capalbo. «Oggi presentiamo la squadra che dovrà calare il nuovo Piano Socio Sanitario che è interprete di una visione che mette il paziente al centro. È in discussione nelle commissioni e sarà approvato in Consiglio regionale probabilmente entro la metà di agosto- dichiara il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli-. Questo rappresenta il punto di partenza al quale abbiamo lavorato incessantemente in questi due anni e nove mesi, la metà dei quali condizionati fortemente dalla pandemia. Nonostante questo abbiamo lavorato sulla riforma approvata lo scorso agosto e dal quale è scaturito il nuovo assetto delle aziende sanitarie e l'organizzazione delle procedure per l’individuazione dei direttori generali. Oggi, che anche le ultime due figure prendono il ruolo con piena efficienza (Antonio Draisci e di Nicoletta Natalini ndr), sono orgoglioso di presentare la nuova squadra ai marchigiani».

I nuovi dirigenti della sanità marchigiana

La riforma sanitaria della Giunta Acquaroli è organizzata in sette aziende sanitarie, di cui cinque Ast provinciali e due aziende ospedaliere (Torrette e Inrca), Dipartimento Salute e Ars. All’assessore Saltamartini il compito di presentare i nuovi direttori delle Aziende Sanitarie delle Marche, del Dipartimento salute e dell’ARS. «Le scelte sono state fatte sulla base di uno screening di caratura professionale, sulla base delle esperienze dei dirigenti, che rappresentano il meglio del meglio tra i dirigenti che avevano presentato domanda».

L’assessore Saltamartini si è soffermato sulle critiche per le liste d'attesa. «La Regione Marche è la terza in Italia sui Lea (livelli assistenziali di assistenza) e quest’anno, nel trasferimento del fondo sanitario nazionale, riceveremo maggiori finanziamenti. Dire che i Lea e le liste d’attesa devono essere migliorate lo sappiamo e dobbiamo farlo. Dire però che la situazione è peggiorata non è vero e lo affermo sulla base di dati oggettivi. Inoltre, rivendico a nome dei dirigenti della sanità che siamo stati la regione più efficiente nella somministrazione di dosi di vaccini e per chi non ha voluto vaccinarsi il trattamento con gli anticorpi monoclonali. Ciò ha fatto sì che il sistema produttivo marchigiano, basato sulle PMI, potesse continuare a produrre». L’assessore alla Sanità ha anche ricordato infine che «stiamo chiudendo l’accordo con i medici di medicina generale ed è in corso la trattativa con i sindacati della Dirigenza sanitaria per il rafforzamento dei pronto soccorso».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità regionale, ecco i nuovi direttori. Acquaroli: «La squadra attuerà il nuovo Piano socio sanitario»
AnconaToday è in caricamento