Marche, i parlamentari 5 Stelle restituiscono 400mila euro ai cittadini

Cosi in una nota i parlamentari marchigiani 5 Stelle fanno sapere della loro iniziativa in favore dei cittadini

Foto di repertorio

I parlamentari del M5S eletti nelle Marche hanno restituito per propria scelta oltre 400mila euro ai cittadini destinandoli al micro-credito per le imprese, alle popolazioni alluvionate e alle vittime di violenza. "In un mondo normale la notizia sarebbe questa, visto che i parlamentari degli altri gruppi parlamentari non intendono restituire nulla. Per carità, si tratta di una libera determinazione ma crediamo che tutti convengano sul fatto che sarebbe stato bello se la pratica introdotta dal M5S fosse stata copiata dai partiti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosi in una nota i parlamentari marchigiani 5 Stelle Maurizio Cattoi, Patrizia Terzoni, Paolo Giuliodori, Martina Parisse, Donatella Agostinelli, Giorgio Fede, Rossella Accoto, Mauro Coltorti, Sergio Romagnoli, Roberto Rossini, Mirella Emiliozzi, Roberto Cataldi. "Alcuni ritardi di singoli parlamentari nei versamenti delle somme, peraltro relativi a poche mensilità, sono invece spunto di polemica. Bene che si solleciti la perfezione e si facciano tutte le verifiche ma crediamo che sarebbe più equilibrato valorizzare la e il contributo di una forza politica che per la prima volta nella storia della Repubblica ha inteso ridare ai cittadini una parte consistente degli emolumenti che gli spettano per legge. Se 400mila euro per 13 parlamentari in meno di due anni (e arriviamo a quasi un milione considerando anche la passata legislatura) sono pochi, quanto vale lo zero degli altri partiti?. Il M5S ha scelto una strada innovativa per ricostruire il rapporto tra movimenti politici e persone, cercando di colmare quel solco che si è creato tra palazzo e quanto viene vissuto nelle strade, tra le mura domestiche e nei luoghi di lavoro. Crediamo che la vita politica sia fatta anche di esempi e riteniamo la scelta del M5S di auto-ridursi i privilegi dello status di parlamentare un modo per riavvicinare i cittadini alle istituzioni, a partire dal Parlamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento