Marche, Acquaroli: «Organizzare meglio la scuola, ma resti aperta»

Francesco Acquaroli commenta le misure introdotte dal Governo Conte con l'ultimo Dpcm per frenare la diffusione del contagio da Coronavirus e anticipare i temi che saranno toccati nella riunione di giunta

Foto di repertorio

«Le scuole devono essere aperte ma vanno organizzate al meglio per far sì che non ci siano assembramenti e siano messe in condizione di operare senza penalizzazioni». Lo dice il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, commentando le misure introdotte dal Governo Conte con l'ultimo Dpcm per frenare la diffusione del contagio da Coronavirus e anticipando i temi che saranno toccati nella riunione di giunta di oggi pomeriggio.

«Oggi faremo la prima giunta e valuteremo tutti quelli che sono i provvedimenti che dobbiamo mettere in atto- spiega Acquaroli-. Sicuramente l'impatto del trasporto pubblico locale sulla pandemia é importante. Le Marche hanno una dimensione più piccola rispetto ad altre ma l'impatto c'é. Inoltre, la capacità delle scuole é sicuramente un altro elemento importante: siamo d'accordo sul fatto che le scuole devono essere aperte ma dobbiamo capire come organizzarle al meglio per far sì che non ci siano assembramenti e per far sì che siano messe in condizione di operare senza penalizzazioni. Ricordo però che quello che fa la differenza é sempre l'atteggiamento individuale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento