Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Rete Studenti Medi: “Primo giorno di scuola sia giornata dello studente”

Lavagne simboliche davanti agli istituti. “Le scuole della nostra Regione, tranne rare eccezioni, cadono a pezzi e hanno grossi disservizi sia a livello igienico che funzionale. L’11 ottobre scenderemo di nuovo in piazza”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Come ogni anno, settembre è il mese dell'inizio della scuola: molti ragazzi mettono piede per la prima volta negli istituti, mentre altri tornano nelle loro vecchie classi. Un giorno come un altro per tutti, ma non per noi studenti.

Quest'anno, noi della Rete degli Studenti Medi Marche, abbiamo lanciato un'iniziativa, rivelatasi partecipatissima, che ha riscontri anche nel resto d'Italia e che ha toccato quasi tutte le scuole della Regione, da Ancona passando per Macerata, Fermo, Porto San Giorgio, San Benedetto e Ascoli. Vogliamo rilanciare il primo giorno di scuola come giornata dello studente, dei suoi diritti, dell'informazione: le scuole della nostra Regione, tranne rare eccezioni, cadono a pezzi e hanno grossi disservizi sia a livello igienico che funzionale. Inoltre, abbiamo voluto informare con delle simboliche lavagne, non più strumento di interrogazione ma di assunzione di consapevolezza, che chi entra a scuola ha, oltre che dei doveri, dei diritti fondamentali che molto spesso vengono calpestati ed ignorati.

Dopo il decreto di qualche giorno fa, emanato dal Governo Letta, siamo felici per il passo in avanti e il segnale d'apertura lanciato dai Ministri, con la cancellazione del bonus maturità - contro il quale ci siamo battuti per l'intera estate - e lo stanziamento di 400 milioni di euro, che però sono ancora troppo pochi. Questa cifra, infatti, non basterebbe a coprire nemmeno un quinto della spesa necessaria per il risanamento delle scuole d'Italia, e rimane bassa se si vuole davvero, come ha dichiarato Letta, rilanciare l'Italia ripartendo dalla scuola pubblica.

Dopo una serie di assemblee pubbliche che stiamo programmando - la prima il 20 settembre - volte a incontrare gli studenti di tutte le Marche e farci pervenire le loro proposte, l'11 ottobre scenderemo in piazza in una mobilitazione davvero aperta, che darà voce sia sulle tematiche nazionali che locali agli studenti che saranno partecipi delle nostre iniziative, in tutte le piazze della Regione. Sarà un anno molto particolare, alla base del quale ci sono gli studenti, che devono essere il fulcro della nuova società per ripartire davvero e scacciare la famigerata crisi economica che ci coinvolge."

Rete degli Studenti Medi Marche

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete Studenti Medi: “Primo giorno di scuola sia giornata dello studente”

AnconaToday è in caricamento