Domenica, 26 Settembre 2021
Politica Montirozzo / Via Michelangelo Buonarroti

Scuola: corteo di Cgil e studenti per un'istruzione di qualità

Si è tenuta venerdì una manifestazione di Cgil-Flc e studenti universitari e dei licei di Ancona. Un corteo di circa 300 persone che, da via XXV Aprile, è arrivato fino alla Regione

Venerdì ad Ancona è stata la giornata dedicata alla scuola, alla mobilitazione a difesa dell'istruzione, quella pubblica, che dovrebbe essere accessibile e di qualità per tutti. Studenti, insegnati e lavoratori precari della scuola si sono dati appuntamento sotto il palazzo dell'ex Provveditorato agli studi di via XXV Aprile e, intorno alle 10, è partito un unico corteo: circa 50 insegnati della Cgil-Flc e poi gli studenti, più di 200, quasi tutti giovanissimi e provenienti da tutti i licei anconetani. Presenti infatti anche l'associazione "Don Chisciotte" e "Acu Gulliver – Sinistra universitaria".

Una manifestazione per chiedere una scuola migliore, meno tagli, interventi edilizi, no alle classi pollaio, no alla continua turnazione degli insegnanti perchè peggiora la qualità di apprendimento dei ragazzi, ma soprattutto basta con i precari perchè, come hanno detto i giovani della Rete di studenti medi Don Chisciotte: "Oggi siamo studenti e docenti per chiedere una scuola migliore. Se sono precari gli insegnanti, anche noi lo siamo". Ed è vero perché, se nelle scuole medie inferiori e superiori il precariato provoca un impoverimento della qualità dell'istruzione, allora le prime vittime sono gli studenti, che vengono così privati della possibilità di accedere ad un patrimonio culturale che li dovrebbe formare: loro che saranno la nuova classe dirigente e professionale di un paese civile.

Il corteo si è diretto lungo via Michelangelo e, in maniera civile e non violenta, ha manifestato e urlato tutta la disapprovazione per la situazione del paese, delle Marche e di Ancona. Una manifestazione che ha proseguito senza intoppi vero la sede della Regione Marche. Poi la folla di manifestanti si é riversata nel piazzale antistante la Sala della Giunta. Una delegazione di studenti, insegnanti e operatori dell'istruzione pubblica ha avuto un incontro con Rosalba Ortenzi: Presidente della Commissione Regionale che si occupa di istruzione. La speranza è che la Regione voglia intervenire su una serie di questioni che le competono: edilizia, gestione classi, finanziamenti alle scuole.




 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: corteo di Cgil e studenti per un'istruzione di qualità

AnconaToday è in caricamento