Mangialardi (Anci Marche): "Fiducia nell'operato del ministro Delrio, ma ora attendiamo i fatti"

"Le rassicurazioni nei confronti delle richieste poste dai comuni marchigiani e gli impegni che il Ministro Delrio si è assunto pubblicamente nell'incontro di Ancona dovranno essere confermati in sede di conversione del decreto legge."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

ANCONA - "Le rassicurazioni nei confronti delle richieste poste dai comuni marchigiani e gli impegni che il Ministro Delrio si è assunto pubblicamente nell'incontro di Ancona dovranno essere confermati in sede di conversione del decreto legge." Così Maurizio Mangialardi, Presidente di Anci Marche, a nome dei sindaci delle Marche conferma il giudizio positivo nei confronti dell'attenzione che il Ministro Delrio sta ponendo nei confronti degli enti local.i ma conferma che l'Anci vigilerà sull'operato del governo con grande attenzione.

"Il Ministro ci ha garantito che non ci sarà alcun taglio delle risorse e che la copertura del gettito IMU sarà totale, così come che la proroga della chiusura dei bilanci a novembre - ha aggiunto Mangialardi - quindi attendiamo che vengano destinati 2,5 miliardi agli enti locali come anticipo 2013 del mancato gettito Imu e 1,6 miliardi a saldo dell'introito Imu 2012, sulla cui destinazione ai comuni si gioca la partita della chiusura dei bilanci comunali."

"Garantire le risorse già previste nei bilanci diventa fondamentale per la sopravvivenza dei comuni e vigileremo per conto dei cittadini e delle imprese del nostro territorio, che le promesse che il Ministro ci ha fatto rispondendo alla nostra sollecitazione, vengano mantenute - sono parole del presidente di Anci Marche - per evitare di dover tagliare servizi che andrebbero a colpire le fasce più deboli come i bambini, gli anziani, i disabili".

"Per i sindaci, infatti, è indispensabile avere la certezza dell'entità dei trasferimenti e del fatto che essi non saranno in alcuna maniera rinviati".

Anci Marche ha insistito anche con il Ministro Delrio per procrastinare l'equilibrio di bilancio considerando la proroga della chiusura dei bilanci fissata per il 30 novembre. Se non si riuscisse ad approvarli, per molti comuni significherebbe il default finanziario e la decadenza degli stessi amministratori.

"Superata questa emergenza - ha concluso Mangialardi - siamo pronti a partecipare al tavolo istituzionale nel quale si concerterà la nuova Service Tax ma questo riguarda già il domani."

          
  
                     
   
 
                    
        
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento